Inseguiti dalla polizia, causano un incidente: ladri bloccati

Denunciati tre kosovari, con precedenti: viaggiavano al volante di una Mercedes, il bandito alla guida era senza patente, sequestrati vari attrezzi da scasso

Gli attrezzi da scasso usati dai ladri

Nella giornata di ieri, sabato, intorno alle ore 18.30, una volante, all’altezza di Porta Calvi, ha notato una Mercedes sospetta con tre uomini a bordo. Decisi a fermarla per un controllo, i poliziotti hanno ordinato l’alt all’autista, senza, tuttavia, ottenere alcuna collaborazione. È iniziato, conseguentemente, un lungo inseguimento, dove l’autista della Mercedes, mettendo altamente a rischio tutti gli utenti della strada in un orario particolarmente trafficato, ha percorso a elevata velocità via Appiani e viale Montegrappa, dove, dopo aver superato un incrocio nonostante il semaforo rosso ed aver imboccato la rotonda nei pressi di via Cattaneo contromano, è andato a scontrarsi con una Toyota chr, senza che, per fortuna, gli occupanti subissero lesioni serie.

Solo l’abilità dell’autista della volante, che è riuscito con una coraggiosa manovra a bloccare il veicolo in fuga, costringendolo a girare in via Bernardi, ha permesso di evitare conseguenze peggiori. I poliziotti, con l’ausilio delle altre volanti, hanno così immediatamente bloccato ed accompagnato in Questura i tre uomini a bordo, tutti di originr kosovara, per sottoporli ad ulteriori controlli. È stato così accertato che al conducente, identificato per H.G., kosovaro di 22 anni, residente a Treviso, con alle spalle alcuni precedenti per furto e lesioni personali, era stata sospesa la patente dalle volanti di Treviso il 16 settembre scorso per guida in stato di ebbrezza.

All’interno del veicolo, intestato ed assicurato a nome di una donna residente nel veneziano, sono stati rinvenuti un piede di porco, una torcia, alcuni cacciaviti ed un coltello a serramanico. Alla luce del comportamento pericoloso tenuto dal giovane e dei suoi precedenti di polizia, i poliziotti lo hanno arrestato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per porto di oggetti atti ad offendere; inoltre, allo stesso son stati contestati 8 verbali per le numerose violazioni delle norme del codice della strada, per un valore complessivo di diverse migliaia di euro e 30 punti della patente.

La Mercedes, inoltre, è stata sottoposta a fermo amministrativo e sequestrata per gli ulteriori rilievi. Anche gli altri due occupanti, residenti nella provincia di Treviso, identificati per P.M. e S.S., rispettivamente di 26 e 20 anni, entrambi di origine kosovara, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per i reati di concorso in resistenza a pubblico ufficiale. La Divisione Anticrimine della Questura di Treviso sta valutando, nei confronti di tutti e tre i giovani coinvolti, l’adozione di idonee misure di prevenzione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

WhatsApp Image 2019-12-08 at 12.17.06-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Nuovi contagi da Coronavirus nella Marca: in tre positivi al test sierologico

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento