Occupazione uffici ex Enel, assolti gli attivisti del Collettivo Ztl

Si tratta di Nicola Vendraminetto, Lorenzo Olcese, Jacopo Trapani, Alessandro Tesser, Ruggero Sorci, Paride Danieli, Sergio Di Meola, Lorenzo Feltrin, Anna Squeglia, Marta Collot e Giulia Cecchinato, difesi dall'avvocato Giuseppe Romano

L'occupazione del 2014 del Collettivo

Assolti per un vizio di forma nella querela. Questo l'esito del processo agli undici appartenenti al collettivo Ztl Wake Up ritenuti i protagonisti dell'occupazione avvenuta il 22 agosto del 2014 dello stabile che aveva ospitato uffici e l’ex deposito Enel di via Carlo Alberto. Si tratta di Nicola Vendraminetto, Lorenzo Olcese, Jacopo Trapani, Alessandro Tesser, Ruggero Sorci, Paride Danieli, Sergio Di Meola, Lorenzo Feltrin, Anna Squeglia, Marta Collot e Giulia Cecchinato,  difesi dall'avvocato Giuseppe Romano.

Nel corso del processo i rappresentanti della proprietà hanno dichiarato che l’immobile, ridotto in condizioni di fatiscenza, non venne danneggiato. «Semmai - è stato detto - fu addirittura abbellito dai disegni sui muri dei writers. L’unico problema - hanno spiegato in aula - fu quello del lucchetto tagliato per entrare dentro, che poi abbiamo sostituito a nostre spese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Incubo finito, Letizia rintracciata a Piacenza

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Lego in mostra a Treviso: migliaia di mattoncini per una città ecosostenibile

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

Torna su
TrevisoToday è in caricamento