Agguato in via Ronchese nella notte: barista malmenato e rapinato

L'episodio è avvenuto nella notte, poco dopo l'una, nel quartiere di Santa Bona a Treviso. Vittima il titolare cinese del bar Hollywood che stava rincasando con la moglie. Indaga la polizia

TREVISO Era appena sceso dall'auto e con la moglie stava per entrare in casa dopo una lunga giornata di lavoro. Improvvisamente, da un'auto, è sceso un malvivente che lo ha picchiato selvaggiamente, a calci e pugni, derubandolo di un borsello in cui erano presenti poche centinaia di euro. I rapinatori di turno pensavano fosse l'incasso del locale di proprietà della vittima. Si sbagliavano.

Vittima di questo vero e proprio agguato è il titolare, di nazionalità cinese, del bar "Hollywood" di via Feltrina a Treviso. Quando l'uomo è giunto, con la moglie, una connazionale, a pochi passi dalla sua abitazione di via Ronchese, è scattata la rapina. Il bandito, dopo le botte all'asiatico, ha preso il borsello ed è poi salito a bordo dell'auto di un complice e si è dileguato. Sul posto è intervenuta una volante della polizia. Sull'episodio indaga ora la squadra mobile di Treviso. La zona è ben dotata di telecamere di videosorveglianza, immagini che saranno acquisite e visionate per tentare di dare un volto ai banditi.

Tra i primi a prestare soccorso all'asiatico è stato l'ex consigliere comunale di Treviso e coordinatore dell'associazione "Quartieri vivi e attivi", Enrico Renosto, che stava a sua volta rincasando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono arrivato a casa verso l'una e dopo aver posteggiato li ho trovati: abitano nel portone affianco, erano vicino al garage molto spaventati e mi hanno detto che erano stati rapinati. Mi hanno indicato un'auto in fuga: ho capito di aver incrociato l'auto dei banditi, trenta secondi prima. Ho atteso con loro fino arrivo delle volanti -racconta Enrico Renosto- sul tema sicurezza siamo impegnati, cerchiamo di impegnarsi da un paio di anni con il sistema di vigilanza: lunedì ci sarà una riunione di quartiere, la seconda. Organizzeremo una pattuglia di vigilanza on demand, un'ora e mezza al giorno, con una app con cui ogni abbonato potrà controllare, con il cellulare. dove si trova la pattuglia. Ripeteremo inoltre anche un corso di autodifesa per le donne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

  • Scivola e batte la testa dopo un volo di 13 metri: muore a 21 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento