Investì e uccise un ciclista a Roma, nomade 21enne arrestato

Eseguita un'ordinanza emessa dalla Corte d’Appello di Roma. Il giovane, residente in via Bindoni a Treviso, deve scontare ai domiciliari la pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione per omicidio colposo. L'incidente era avvenuto, nel 2015, quando il giovane aveva 17 anni

L'intervento dei carabineiri

I carabinieri di Treviso, nel pomeriggio di giovedì, hanno rintracciato un nomade, R.L. 21enne, domiciliato a Treviso in via Bindoni, sul quale pendeva un ordine di esecuzione pena in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Corte d’Appello di Roma dovendo scontare la pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione per omicidio colposo in conseguenza di violazioni di norme del codice della strada.

Il fatto era accaduto a Roma il 5 novembre 2015 quando il giovane, all’epoca dei fatti minorenne, alla guida di un’automobile Honda Jazz aveva investito, uccidendolo, un ciclista per poi darsi alla fuga. Lo stesso si era poi costituito il giorno seguente presso la sede del comando provinciale dei carabinieri di Treviso.

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

  • Bambina di tre anni "dimenticata" all'interno di uno scuolabus

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

  • Scontro tra camion e un'auto, gravissima una 55enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento