Il Comune incontra i cittadini di San Pelajo: via alla messa in sicurezza delle strade

Tutte occupate le 106 sedie della sala, e moltissime le persone in piedi. Quasi al completo anche la Giunta: oltre al sindaco di Treviso Giovanni Manildo, presenti anche gli assessori Cabino, Gazzola, Manfio, Camolei, Franchin e Michielan

TREVISO Sala parrocchiale gremita ieri sera a San Pelajo per l’incontro tra l’Amministrazione Comunale e gli abitanti del quartiere. La serata è stata promossa spontaneamente dalle associazioni e dai comitati di quartiere ed è stata moderata dallo scrittore Gian Domenico Mazzocato, residente a San Pelajo. Non una novità: si è trattato, infatti, di un secondo appuntamento per aggiornarsi sullo stato dei lavori, per ascoltare nuove proposte e calendarizzare le iniziative, dopo il primo dialogo diretto con gli Amministratori del 2015, sempre alla Sala Parrocchiale di San Pelajo. Tutte occupate le 106 sedie della sala, e moltissime le persone in piedi. Quasi al completo anche la Giunta: oltre al sindaco di Treviso Giovanni Manildo, presenti anche gli assessori Cabino, Gazzola, Manfio, Camolei, Franchin e Michielan.

“Un incontro davvero proficuo, ben organizzato, partecipato: quando si propone un canale di dialogo utile, indirizzato al bene concreto del quartiere, i cittadini rispondono sempre – rileva Manildo – ritengo che l’obiettivo più alto della politica sia quello di accrescere il senso civico delle persone, e San Pelajo si è sempre dimostrata una comunità pronta a prendersi cura dei propri spazi. L’Amministrazione è in ascolto, Ieri abbiamo parlato di tutto: messa in sicurezza delle strade, assesto idrogeologico, orti urbani, spazi per i ragazzi, iniziative per vitalizzare San Pelajo. Tante idee, molti interventi già realizzati o appaltati, altri da valutare. Ci siamo ripromessi di ritrovarci a fine febbraio, quando sapremo con esattezza quanto denaro è possibile muovere dal patto da stabilità, per destinarlo ai vari progetti e risolvere alcune criticità”.

ORTI URBANI – Sorgeranno presto in via Gramsci. Il progetto, avviato in seguito alla visione di alcuni residenti e del consigliere comunale Fabio Pezzato, è stato poi “adottato” da un gruppo di ragazzi del quartiere e ha già ricevuto 22 adesioni. L’Amministrazione integra l’iniziativa dei cittadini con due proposte: l’assessore ai lavori pubblici Ofelio Michielan ha annunciato che verranno costruiti accanto agli orti i campi da basket e volley, per trasformare l’area in un autentico centro aggregativo del quartiere; l’assessore alle pari opportunità Liana Manfio ha invece rivelato che la Comunità di Sant’Egidio ha chiesto di poter collaborare attivamente al progetto degli orti.

MESSA IN SICUREZZA DELLE STRADE – La Giunta ha annunciato che, data l’impossibilità di installare in via San Pelajo rallentatori monoblocco in gomma e autovelox, vengono realizzate tre piattaforme che fungeranno da dissuasori di velocità dei veicoli, con particolare attenzione ai pressi della scuola primaria “G. Bindoni”. Inoltre, vengono messi in sicurezza i tre incroci pericolosi di via Santa Bona Vecchia (in primo luogo quello tra Strada Capitelle e via Cornaino), una strada stretta e pericolosa ma molto utilizzata dai giovani studenti del quartiere, che la percorrono in bicicletta per raggiungere il quartiere di Santa Bona e gli istituti scolastici di Viale Europa. L’Amministrazione ha inoltre assicurato che prenderà in esame la possibilità di modificare la viabilità della zona, compatibilmente con il Piano degli Interventi.

ILLUMINAZIONE - Arriva una nuova illuminazione in via Mandruzzato, che garantirà maggiore sicurezza ai residenti di una delle strade più suggestive del quartiere. Dal 2014, l’Amministrazione a San Pelajo ha già installato oltre 100 lampade al sodio.

ASSESTO IDROGEOLOGICO – Come già annunciato nei giorni scorsi, sono appena terminati i lavori di messa in sicurezza idraulica della zona di via Lovera. L’obiettivo di quest’ultimo intervento è quello di deviare l’acqua destinata alle coltivazioni d’estate, per dare maggiore portata alla nuova fognatura delle acque meteoriche che verranno ora dirottate sul vicino fiume Pegorile. I lavori per la realizzazione delle nuove fognature di San Pelajo sono iniziati a giugno del 2016, realizzati grazie anche all’ impegno da parte di ATS. Ad oggi, sono stati coperti 1700metri di rete fognaria e 2mila nuove utenze.

ALLOGGI POPOLARI – Sono infine stati già sistemati alcuni alloggi ERP in via Chiereghin, per i quali il Comune ha investito oltre 300mila euro per il rinnovo dei cappotti esterni delle abitazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento