Assegno sociale non ancora arrivato, caos all'ufficio dei servizi sociali

Per questo episodio, avvenuti nel dicembre del 2014, un 40enne residente a Treviso è stato condannato stamattina a 4 mesi di reclusione

Una volante della polizia

Ha scatenato un vero e proprio putiferio agli uffici dei servizi sociali di viale Vittorio Veneto a Treviso. La causa? Non c'era l'assegno bonus che era solito incassare ogni mese. Per questi fatti, avvenuti nel dicembre del 2014, un 40enne residente nel capoluogo è stato condannato stamattina a 4 mesi di reclusione. Il pubblico ministero ne aveva chiesti 6. Il 40enne si era presentato per incassare l'assegno dell'assistenza sociale ma per un disguido tecnico i soldi non erano ancora a disposizione. Ed è iniziato una buriana di insulti e urla. A fatica il personale degli uffici era riuscito a calmarlo ma poco dopo l'uomo è rientrato allo sportello, dove avrebbe colpito in faccia un altro utente che aveva cercato di farlo ragionare. «Voglio i miei soldi, dove sono i miei soldi?»: avrebbe urlato, non accettando nessuna delle spiegazioni dategli dagli operatori comunali. La gazzarra è terminata solo dopo l'arrivo di una volante della Polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento