Assegno sociale non ancora arrivato, caos all'ufficio dei servizi sociali

Per questo episodio, avvenuti nel dicembre del 2014, un 40enne residente a Treviso è stato condannato stamattina a 4 mesi di reclusione

Una volante della polizia

Ha scatenato un vero e proprio putiferio agli uffici dei servizi sociali di viale Vittorio Veneto a Treviso. La causa? Non c'era l'assegno bonus che era solito incassare ogni mese. Per questi fatti, avvenuti nel dicembre del 2014, un 40enne residente nel capoluogo è stato condannato stamattina a 4 mesi di reclusione. Il pubblico ministero ne aveva chiesti 6. Il 40enne si era presentato per incassare l'assegno dell'assistenza sociale ma per un disguido tecnico i soldi non erano ancora a disposizione. Ed è iniziato una buriana di insulti e urla. A fatica il personale degli uffici era riuscito a calmarlo ma poco dopo l'uomo è rientrato allo sportello, dove avrebbe colpito in faccia un altro utente che aveva cercato di farlo ragionare. «Voglio i miei soldi, dove sono i miei soldi?»: avrebbe urlato, non accettando nessuna delle spiegazioni dategli dagli operatori comunali. La gazzarra è terminata solo dopo l'arrivo di una volante della Polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento