Studentessa drogata e violentata, 27enne arrestato per stupro

La violenza sarebbe avvenuta nella notte tra mercoledì e giovedì in un parco nei pressi del centro di Treviso. Gli esami clinici a cui la ragazza è stata sottoposta avrebbero confermato gli abusi

La vittima ha denunciato il suo stupratore

Dopo aver consumato della sostanza stupefacente con una ragazza di 18 anni avrebbe abusato di lei, costringendola ad un rapporto sessuale completo. Pesantissima l'accusa che ha portato, nella giornata di giovedì, all'arresto di un nigeriano di 27 anni, residente a Carbonera con la famiglia: il giovane si trova ora rinchiuso nel carcere di Santa Bona. Vittima dello stupro una studentessa bellunese che si è rivolta prima al pronto soccorso dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso e quindi ai carabinieri che hanno raccolto la sua denuncia ed eseguito i primi accertamenti del caso, prima di far scattare, inesorabili, le manette. Lo straniero aveva incrociato la ragazza nella tarda serata di mercoledì, nei pressi della stazione ferroviaria di Treviso. I due si sono poi appartati, in un parco pubblico della città, e insieme avrebbero consumato della droga, probabilmente uno spinello. E' in questo frangente che il 27enne, approfittando della mente annebbiata della ragazza, l'avrebbe violentata. Solo l'indomani la giovanissima ha realizzato quanto era avvenuto, decidendo di rivolgersi ai carabinieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I segni evidenti di calo glicemico

  • Il piede diabetico: cure e trattamenti

  • Vince 20mila euro al Lotto e offre il caffè a tutto il bar

  • Dramma nei bagni del McDonald's: trovato morto un 44enne, si sospetta l'overdose

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: fiere e mercatini accendono l'autunno

  • Malore dopo lo spinello: la causa della morte non è stato il trauma cranico

Torna su
TrevisoToday è in caricamento