Nelle acque dei fiumi trevigiani arriva il temolo

Mercoledì 12 giugno Veneto Agricoltura rilascerà nelle acque di Meschio, Gronda e Sile 10mila esemplari del pesce del ceppo Adriatico

Uno splendido esemplare di temolo

Per la prima volta, mercoledì 12 giugno nelle acque di tre corsi d’acqua trevigiani, Meschio, Gronda e Sile, saranno immessi, a cura di Veneto Agricoltura nell’ambito dei cosiddetti obblighi ittiogenici, ben 10.000 individui di taglia 9/12 cm di Thimallus thimallus, più comunemente conosciuto come temolo, in questo caso di ceppo Adriatico. Si tratta di un pesce d’acqua dolce della famiglia Salmoniade che predilige i corsi d’acqua a corrente non troppo forte, di buona profondità e portata. Le operazioni di semina saranno svolte, come d’abitudine, d’intesa con l’Amministrazione provinciale di Treviso, la Polizia provinciale e le due Associazioni locali di Pescatori Sile e Meschio.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento