Scandalo vaccini, "Vanno ringraziate le lavoratrici che hanno dimostrato grande professionalità"

Interviene Paolo Cendron, responsabile sindacale Ulss 2 distretto di Treviso per la Cisl Fp Belluno Treviso che ha definito inaccettabile il comportamento dell'assistente sanitaria

TREVISO “Dal punto di vista sindacale riteniamo corretto aspettare l’esito del percorso giudiziario e applicare ciò che prevede il contratto di lavoro in merito alle sanzioni disciplinari, che vanno dall’ammonimento fino al licenziamento”. Finte iniezioni ai bambini all'Ulss di Treviso, interviene Paolo Cendron, responsabile sindacale Ulss 2 distretto di Treviso per la Cisl Fp Belluno Treviso.

Cendron, nel condannare come “inaccettabile” il comportamento dell’assistente sanitaria attiva alla Madonnina e accusata di avere eseguito prestazioni fasulle su 500 bambini, sottolinea la “professionalità delle lavoratrici che si prendono cura della salute dei bambini e della cittadinanza e che in questa vicenda hanno dimostrato grande attenzione e serietà segnalando un comportamento sospetto di una collega ai loro responsabili”.

“Va rimarcato - spiega il responsabile Cisl Fp - il senso di responsabilità che dimostra l’alto livello di professionalità di queste lavoratrici, preparate e soggette a corsi di formazione continua per garantire il massimo della tutela della salute della popolazione. Si tratta di lavoratrici la cui alta professionalizzazione non viene riconosciuta dal punto di vista contrattuale, perché il contratto, scaduto da 8 anni, è fermo anche dal punta di vista del riconoscimento delle nuove competenze sviluppate nell’ultimo decennio da tutte le professioni sanitarie in infermieristica, ostetricia e assistenza sanitaria”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Banche Venete, Zaia: "Vanno tutelati azionisti e risparmiatori"

  • Cronaca

    Fassa Bortolo continua a crescere: in arrivo quattro nuove acquisizioni "made in Italy"

  • Cronaca

    Omicidio premeditato, il killer di Irina va al giudizio immediato

  • Cronaca

    Scappano dai carabinieri sulla moto rubata, inseguiti e fermati

I più letti della settimana

  • Terribile grandinata nell'alto trevigiano: dal cielo piovono enormi chicchi di ghiaccio

  • Male incurabile, imprenditore perde la vita a soli 48 anni

  • Sesso ai giardinetti di Sant'Andrea in cambio di una dose di marijuana

  • Orrore a San Pelajo, muore carbonizzato nel rogo della sua roulotte

  • Schianto frontale tra auto nella notte ad Altivole: due giovani feriti gravi all'ospedale

  • Valdobbiadene: schianto tra auto e moto, centauro ferito grave

Torna su
TrevisoToday è in caricamento