A processo per rissa, assolto il consigliere comunale Davide Visentin

L'episodio risale al Ferragosto del 2015 quando l'allora segretario di Forza Nuova venne accusato del pestaggio, insieme altre sette persone, di un esponente dei centri sociali di Treviso. Lunedì la sentenza in tribunale

Davide Visentin

Assolto "per non aver commesso il fatto". Questa la sentenza emessa lunedì dal tribunale di Treviso nei confronti del consigliere comunale di maggioranza Davide Visentin e altri tre degli otto imputati per un episodio risalente al Ferragosto del 2015. All'epoca l'allora segretario di Forza Nuova venne accusato, con altre sette persone, del pestaggio, di un esponente dei centri sociali di Treviso, Alessandro Greguoldo, e finì alla sbarra per il reato di minacce e rissa in concorso. Visentin, presidente della Commissione urbanistica, era stato duramente attaccato dalle minoranze in consiglio comunale che avevano chiesto le sue dimissioni. La stessa sentenza di assoluzione, decisa ieri dal giudcie Alberto Fraccalvieri, che ha riguardato Visentin è stata emessa anche nei confronti di Mattia Rizzetto, Andrea Peracin e Massimiliano Signoretti. Querela rimessa invece per Fabio Paladin, Enrico Crosato, Joel Pitton e Cristian Perin. Il sindaco Mario Conte si è detto "soddisfatto dell'assoluzione" e ha invitato i consiglieri dell'opposizione a porgere le proprie scuse a Visentin in occasione del prossimo consiglio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

Torna su
TrevisoToday è in caricamento