Dal Senegal a Treviso per amore, ma era tutta una truffa: raggirato un 35enne

Il pievigino aveva conosciuto una giovane e procace donna africana attraverso Facebook e, dopo essersene innamorato, le aveva pagato diversi biglietti aerei. Ma lei non è mai arrivata

Oltre il danno, la beffa. Può essere riassunta così la vicenda che negli ultimi tempi ha visto coinvolto un 35enne di Pieve di Soligo. Come difatti riporta "Il Gazzettino", l'uomo era stato contattato su Facebook da una bella e procace donna africana che aveva affermato essere di nazionalità senegalese. Ospite di alcuni zii, a seguito della morte dei genitori, la ragazza ha subito colpito il cuore del trevigiano che si è poi offerto di pagarle il viaggio aereo dal Senegal a Treviso pur di averla con sè. Ecco che allora, tramite bonifici bancari ad una banca senegalese, il 35enne paga prima il tragitto fino all'Etiopia della ragazza e da lì versa il denaro utile per raggiungere poi in aereo l'aeroporto di Venezia. Tutto sembrava andare quindi per il meglio, ma quando il giovane si è presentato con i fiori allo scalo di Tessera non ha trovato nessuno ad attenderlo. Pensando a qualche disguido tecnico, magari legato al passaporto, ha provato immediatamente a contattare la propria amata che però non ha mai più risposto. Solo in quel momento ha capito di essere stato raggirato e di aver perso migliaia di euro per una donna probabilmente mai esistita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento