Truffa online e documenti falsi: 39enne denunciato

I carabinieri di Vittorio Veneto hanno denunciato un romeno con precedenti, accusato di aver truffato un 34enne di Povegliano vendendogli un vogatore da palestra inesistente

In foto: i carabinieri di Vittorio Veneto

I carabinieri di Vittorio Veneto hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso V.C.I., 39enne nato in Romania, in Italia da alcuni anni senza fissa dimora e con precedenti di polizia.

I reati contestati al denunciato sono la truffa ed il possesso di documenti di identificazione falsi. Le indagini sono partite dopo la denuncia presentata ai carabinieri lo scorso 3 settembre da parte di un operaio, classe 1985, residente a Povegliano, che il 23 agosto, leggendo sul sito di vendite online “Subito.it” l’annuncio per la vendita di un vogatore da palestra, si metteva in contatto con V.C.I., al quale versava la somma di 530 euro per l’acquisto. Una volta effettuata la transazione, V.C.I. è sparito insieme all'inesistente attrezzo da palestra, facendo così perdere tutti i soldi al 34enne trevigiano. Gli accertamenti dei carabinieri di Vittorio Veneto, oltre ad aver permesso l’identificazione di V.C.I., hanno anche fatto emergere che lo stesso, nell'aprire il conto corrente dove era stato effettuato il bonifico per l’acquisto del vogatore, aveva utilizzato dei documenti d’identità contraffatti intestati ad una persona inesistente di nome David Mora. Inevitabile la denuncia al Tribunale di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Suicidio sui binari a San Fior, Venezia-Udine bloccata per tre ore

Torna su
TrevisoToday è in caricamento