Ingrana la prima per sbaglio e sfonda una vetrina: era ubriaca

A Roncade settantenne ubriaca si mette alla guida. E anziché mettere la retromarcia, ingrana la prima e sfonda la vetrina di un negozio. Poi tenta la manovra contraria e tampona un'altra vettura

Il proverbio recita: "Donna al volante pericolo costante". Soprattutto se ha alzato di un bel po' il gomito. Come è successo a una settantenne romena ieri sera, a Roncade.

La donna, nonostante fosse decisamente ubriaca, si è messa al volante della propria auto, parcheggiata davanti a un negozio. Confusa dall'alcol la settantenne, anziché mettere la retromarcia, ha ingranato la prima. Il veicolo è partito come un razzo ed ha sfondato la vetrina di fronte. Non contenta del danno causato, la donna ha finalmente messo la retromarcia, tamponando un'altra automobile.

Quando sono arrivati i Carabinieri, la brilla automobilista è stata sottoposta all'alcol-test: anche in questo caso l'impresa non è riuscita al primo tentativo. E nemmeno al secondo. Dopo sei prove fallite, i militari la hanno accompagnata in ospedale, dove però la romena ha rifiutato di sottoporsi agli esami del sangue.

Nei guai sono finiti anche due uomini. Il primo, un cinquantenne trevigiano, è stato sorpreso dai Carabinieri al volante della propria auto nonostante due mesi fa gli fosse stata ritirata la patente per guida in stato di ebbrezza. E per lui sono scattati il sequestro del veicolo e la revoca della patente. Il secondo, invece, aveva denunciato lo smarrimento della patente, che in realtà gli era stata ritirata per 90 giorni per eccesso di velocità in Romania. In questo caso i militari dell'Arma hanno disposto il fermo del veicolo per tre mesi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento