Spending review, la rivoluzione dei tribunali a Treviso scatta ad agosto

Le procedure di passaggio dalle sedi distaccate, che saranno soppresse, a quella del capoluogo saranno avviate un mese prima della data ufficiale del 13 settembre 2013

La rivoluzione dei tribunali della Marca inizia, un po' in sordina, con un mese di anticipi rispetto alla data ufficiale, quella del 13 settembre.

Come riporta La Tribuna di Treviso, dall'8 agosto i fascicoli dei procedimenti penali pendenti nelle sedi destinate alla chiusura, Castelfranco Veneto, Conegliano e Montebelluna, verranno depositati a Treviso e dal 12 agosto tutte le udienze civili si terranno in via Verdi e non potrà più essere presentato alcun atto introduttivo di giudizio.

Le misure sono contenute in una circolare, firmata il 24 luglio dalla dirigenza amministrativa del tribunale di Treviso, che regolando la sessione feriale dell’attività giudiziaria di fatto rende concrete le novità sancite dal decreto relativo all’accorpamento delle sezioni staccate.

Tuttavia non è da escludere un cambio di rotta. Sempre il 24 luglio la Commissione Giustizia del Senato ha infatti votato la proroga della rivoluzione giudiziaria che vuole la soppressione di un migliano di uffici in tutta Italia. In attesa del via libera del Parlamento i tribunali periferici hanno dovuto affrontare la riorganizzazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se la proroga passasse anche in Parlamento ci si troverebbe alle prese con una rivoluzione al contrario e nuove difficoltà organizzative, oltre a quelle che già si profilano con la chiusura di Castelfranco, Conegliano e Montebelluna. Se l'accorpamento andrà a buon fine, invece, tutta la provincia dovrà fare capo al palazzo di giustizia di Treviso, che si troverà a farsi carico delle migliaia di fascicoli provenienti dalle sedi distaccate e a dover collocare una ventina di impiegati in più. Senza contare i giudici di pace, che al momento non hanno un posto dove lavorare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laurea in Medicina a Treviso: Governo impugna la legge del Veneto

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • A 25 anni rileva un ristorante e apre una pizzeria per giovani e famiglie

  • Malore fatale mentre è a casa dell'amico, muore a 23 anni

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento