Furti sulle auto in sosta all'esterno dei locali, giostraio condannato

Massimo Cassol, 49enne di Vedelago con numerosi precedenti penali, ha patteggiato 1 anno e 4 mesi davanti al gup di Vicenza

Dopo due mesi era stato individuato come il responsabile di una serie di furti ad autovetture in sosta avvenuti fuori da alcuni locali in zona Santa Felicita e Fellette di Romano d'Ezzelino tra la fine di ottobre e l'inizio di novembre dello scorso anno. Oggi, lunedì, Massimo Cassol, 49enne giostraio di Vedelago con numerosi precedenti penali, ha patteggiato 1 anno e 4 mesi davanti al gup di Vicenza.

A far risalire gli investigatori a Cassol, che a giudizio era difeso dall'avvocato Andrea Faraon, sono state le immagini delle telecamere di sorveglianza a circuito chiuso di un paio di banche della zona del bassanese nelle quali Cassol aveva effettuato prelevamenti con i bancomat rubati dalle auto saccheggiate all'esterno di alcuni locali, tutti tra Romano d'Ezzelino e il confine tra le province di Treviso e Vicenza. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l'uomo individuava i piazzali gremiti di vetture parcheggiate e le depredava dopo averle scassinate. Durante la perquisizione nella sua roulotte al momento dell'arresto, avvenuto nel gennaio scorso, era stata trovata merce rubate per un valore superiore ai 4 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento