Veneto Banca, citazione a giudizio per i revisori

Per la prima volta 149 risparmiatori della ex popolare puntano alla società di revisione che si è occupata della supervisione legale dei conti e dei bilanci separati e consolidati

"La società di revisione PricewaterhouseCoopers ha avuto un ruoto, se non esclusivo, certamente rilevante nella determinazione di sottoscrivere gli aumenti di capitale ovvero di aderire alla proposta di conversione del prestito obbligazionario in azioni ordinarie di nuova emissione: da ciò un preciso dovere di risarcire il danno causato, alla misura che sarà accertata in separato giudizio".

Per la prima volta 149 risparmiatori di Veneto Banca puntano alla società di revisione che si è occupata della supervisione legale dei conti e dei bilanci separati e consolidati.
L'avvocato trevigiano Luigi Fadalti ha infatti depositato l'atto di citazione al Tribunale delle Imprese di Milano nei confronti della Pwc. Contestualmente stesso di citazione è stato presentato in rappresentanza di 121 ex azionisti nei confronti di Kpmg, che fu la società che si occupò della revisione contabile in Banca Popolare Di Vicenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nelle carte in cui si chiede al tribunale del capoluogo lombardo di dichiarare la responsabilità della "Price" per negligente attività di revisione e condannarla al risarcimento dei danni in favore di ciascun attore, con una provisionale di 10 mila euro, la storia di quelli che per Faldalti sono tragici errori di applicazione dei principi di revisione. «Quando la condizione della Banca era già di sostanziale dissesto - si legge negli atti - PWC ,in data 24 maggio 2016, ha espresso un giudizio senza rilievi sul bilancio consolidato intermedio del Gruppo Veneto Banca per il trimestre chiuso al 31 marzo 2016 e approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 3 maggio 2016».
In capo ai revisori pende la responsabilità di aver «operato in violazione degli obblighi di diligenza sulla medesima gravanti, giungendo alla formulazione di giudizi di revisione che, alla luce di quanto è emerso all'esito delle ispezioni delle varie "authority", si sono rivelati palesemente errati». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

  • Tragedia di Farra, Vittoria ha donato gli organi: fissata la data dei funerali

Torna su
TrevisoToday è in caricamento