Veneto Banca, il buco è di oltre 900 milioni di euro

E' questa la conclusione a cui arriva la perizia disposta dai giudici della Corte d'Appello di Venezia e che dimostrerebbe lo stato di insolvenza prima della messa in liquidazione

La fu Veneto Banca

Un buco di almeno 900 milioni, quasi mezzo miliardo in più rispetto a quanto stimato dai giudici del Tribunale di Treviso al momento di dichiarare lo stato di insolvenza di Veneto Banca alla data della messa in liquidazione. E' questa la conclusione a cui arriva la perizia disposta dai giudici della Corte d'Appello di Venezia nel procedimento avviato su ricorso dell’amministratore delegato Vincenzo Consoli. Il consulente ha delineato quattro scenari; due coppie a seconda di una liquidazione di mercato o con l’intervento di Intesa, con valori attualizzati o meno. In tutti il patrimonio non basta a soddisfare i creditori e quindi a procedere ad una liquidazione ordinata.

I buchi variano da  2,2 miliardi (valori di realizzo stimati in 4,8 miliardi, passività per 7), 1,3 miliardi (realizzi per 4,5, passività per 5,8), 1,7 miliardi  (incassi per 5,4, passività per 7,1) e 920 milioni (realizzi per poco più di 5 miliardi, passività per quasi 6). Ora i giudici veneziani dovranno decidere sull'opposizione di Consoli. Se arriverà la dichiarazione di insolvenza in Procura a Trevuso è tutto pronto per far scattare anche le inchieste per i reati di bancarotta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento