Aggredisce e minaccia la compagna: denunciato un 40enne

L'uomo, una volta che la polizia è arrivata in casa, ha assalito anche gli agenti. Per lui l'accusa è di resistenza a pubblico ufficiale e minaccia aggravata

Nella giornata di mercoledì le volanti della polizia sono intervenute in via Amalfi a Treviso per una lite familiare in cui un uomo, in evidente stato alterato dall'alcol, stava aggredendo e minacciando la compagna. L'uomo, alla vista degli agenti, ha subito aggredito anche loro prima di essere riportato alla calma e identificato come O. N., 40enne rumeno senza precedenti. Una volta poi accompagnato in Questura per accertamenti, l'uomo è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e minaccia aggravata.

Durante la settimana invece, su disposizione del Questore di Treviso, sono stati intensificati i servizi di controllo del territorio finalizzati, al contrasto dei furti e a quelli connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti. Sono stati così disposti specifici servizi straordinari a Conegliano e Montebelluna, con l'ausilio del Reparto Prevenzione Crimine, dove sono stati effettuati controlli amministrativi in sei locali e nei parchi cittadini, a seguito di alcune segnalazioni dei cittadini. Nel complesso, sono state controllate e identificate 420 persone e controllati oltre 3 mila veicoli, anche grazie anche all'utilizzo del Sistema Mercurio. Sono state infine denunciate 11 persone per reati contro il patrimonio e altrettante sono state le segnalazioni per detenzione di droga in seguito a controlli in centro città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

Torna su
TrevisoToday è in caricamento