Perde al videopoker e ruba il dispositivo del locale: arrestato 49enne di Vazzola

La barista, accorgendosi delle intenzioni dell'uomo ha cercando inutilmente di fermarlo ma il 49enne ha reagito violentemente facendo cadere a terra la donna

ORSAGO I carabinieri della stazione di Cordignano hanno arrestato, nel tardo pomeriggio di mercoledì intono alle 17, un 49enne di Vazzola, R.G. L'uomo dopo essersi intrattenuto a giocare con un videopocker presente all'interno del bar "Don Bacco" ad Orsago, dopo le ripetute perdite ha tentato di rapinare il dispositivo trascinandolo all'uscita del locale per poi caricarlo nella sua vettura.

La barista accorgendosi delle intenzioni ha cercando inutilmente di fermare l'uomo,  scatenando in lui una violenta reazione. Il 49enne ha spintonato la donna fino a farla cadere a terra facendole procurare delle ferite. Convinto del suo intento R.G., raggiunta la sua macchina, ha caricato il bottino facendo momentaneamente perdere le sue tracce.

Giunta sul posto, una pattuglia dei carabinieri di Cordignano, con l'ausilio delle immagini di videosorveglianza e con il supporto dei militari della stazione di Codognè, ha in poche ore rintracciato ed arrestato l'uomo a Vazzola, intento in Piazza Dante a parlare con alcuni conoscenti. Alle luci dell'alba di giovedì, il videopocker è stato rinvenuto a Bibano di Godega di Sant'Urbano ed è stato restituito ai legittimi proprietari, mentre R.G. è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora in attesa del giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto contro un camion, dichiarata la morte cerebrale del 17enne

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Ucciso in un mese da una malattia incurabile, papà di due figli muore a 47 anni

  • La ghiacciaia: il bistrot realizzato in un bunker della Grande Guerra

  • Esplode una granata nel garage di casa, 19enne trasportato in ospedale

  • Tumore incurabile, odontoiatra perde la vita a soli 55 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento