Travolto e ucciso da un treno, la morte di Marco Cestaro fu un suicidio

Il 13 gennao 2017 finì sotto un treno di passaggio alla stazione di Lancenigo. Il giovane venne trovato in fin di vita nel tardo pomeriggio lungo i binari della tratta Treviso-Udine. Morì tre giorni dopo in ospedale

Marco Cestaro

La morte di Marco Cestaro fu un suicidio. Sono queste le conclusioni a cui sono arrivate le indagini coordinate dal sostituto procuratore Anna Andreatta, che nei giorni scorsi a notificato la richiesta di archiviazione. Marco ha compiuto il gesto estremo e tragico il 13 gennao del 2017 (morì tre giorni dopo in ospedale)  buttandosi sotto un treno di passaggio alla stazione di Lancenigo. Il giovane venne trovato in fin di vita nel tardo pomeriggio lungo i binari della tratta Treviso-Udine; secondo le ricostruzioni il macchinista di un treno passato alle 18.05 avrebbe sentito un colpo ma non fermò il convoglio per accertarsi se avesse investito qualcuno. Sarà il personale viaggiante di un secondo convoglio in transito una ventina di minuti più tardi a individuare il corpo di Marco e a dare l'allarme alla Polizia Ferroviaria, che arriva sul posto alle 18,30.

Quando intervengono i soccorritori del Suem Cestaro respira ancora anche se le sue condizioni sono apparse fin da subito disperate. Il 17enne, ricoverato al Ca' Foncello di Treviso, combatte per tre giorni tra la vita e la morte ma le ferite riportate, in particolare i traumi cranici che hanno causato una emorragia cerebrale e una ischemia, sono troppo gravi e il suo cuore si arrende il 16 aprile. Oltre due anni di indagini hanno esplorato tutte le possibilità arrivando alla conclusione che, come ha spiegato il pubblico ministero Andreatta: «Non ci sono gli elementi sufficienti per considerare una eventuale azione da parte di terzi». I familiari di Cestaro, che nel frattempo hanno revocato l'incarico ad assisterli all'avvocato Andrea Piccoli, dovranno ora decidere se presentare o meno opposizione alla richiesta di archiviazione formulata dalla Procura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Esce per un controllo delle lepri: muore stroncato da un infarto

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

Torna su
TrevisoToday è in caricamento