Lago Film Fest: la giuria incorona i vincitori della dodicesima edizione

Sì è chiusa sabato sera la dodicesima edizione di Lago Film Fest con la tradizionale cerimonia di chiusura e la proclamazione dei film vincitori. Ecco chi ha trionfato quest'anno

Foto di Lago Film Fest

REVINE LAGO Anche quest'anno il Lago Film Fest è arrivato alla sua conclusione. Quella appena conclusa è stata un'edizione ricca di sorprese, che ha riscosso un ottimo successo di pubblico e di critica. Nella serata conclusiva di sabato, la giuria internazionale composta da Lorenzo Sportiello, Kostantina Kotzamani, Silvia D'Amico, Virginia Mori, Txema Muñoz e Valentina Be ha incoronato trionfatore assoluto di LFFXII The Reflection of Power del francese Mihai Grecu, surrale racconto di una catastrofe incombente, cortometraggio in competizione nella sezione Nuovi Segni.

Menzione speciale della stessa categoria per lo svedese Hopptornet di Axel Danielson e Maximilien Van Aertryck. Altra menzione speciale per l'Internazionale A Man Returned di Mahdi Fleifel, docu-fiction prodotta e girata tra Gran Bretagna, Palestina, Danimarca e Olanda già Orso d'argento alla scorsa Berlinale. Tra gli internazionali si aggiudica menzione speciale per la miglior animazione Pussy della polacca Renata Gasiorowska. Nella sezione Nazionali menzioni speciali per You are a Whole, cortometraggio d'esordio della regista italiana residente a Londra, Laura Spini e Journal Animé di Donato Sansone, miglior animazione della sua categoria. Trionfatore della sezione Veneto è Aprés del padovano Anush Hamzehian, ambizioso progetto realizzato tra il deserto di Fukushima e le lunghe notti del Golden Gai; menzione speciale invece per Cadono Pietre di Francesca Bertin e Karsten Krause.

La giuria dei più piccoli ha eletto Weather the Storm di Peter Baynton (Gran Bretagna) dolcissimo racconto musicale delle tinte pastello. Menzione speciale per Deep in Moss animazione dalla Repubblica Ceca di Filip Posivac e Barbora Valecka. La giuria d'eccezione formata dal Prof. Federico Savina e i compositori Stefano Ratchev e Mattia Carratello hanno assegnato il premio alla miglior colonna sonora originale dei cortometraggi nazionali, a Non senza di Me di Brando De Sica, con menzione speciale per il Miglior Sound Design a Journal Animé di Donato Sansone. Il premio della critica quest'anno è stato assegnato all'inglese Over di Jörn Threlfall della sezione Internazionali, mentre il pubblico incorona nuovamente Laura Spini con il suo You Are a Whole. Raddoppiano anche Maximilien Van Aertyck e Axel Danielson e il loro Hopptornet che riceva la menzione speciale del pubblico assieme ad Ardeidae degli italiani Corrado Chiatti, Chiara Faggionato e Daniele Tucci. Infine il PIXaward, concorso nato dalla sinergia tra Lago Film Fest e Pixartprinting che premia la migliore animazione presentata al Festival, è stato assegnato a Bagni della regista romana Laura Luchetti. Lago Film Fest si chiude ancora una volta sotto il segno dell'innovazione, della ricerca e della passione per il cinema di qualità unito con successo alla musica live, vero punto di forza di questa dodicesima edizione. Lago Live Music è un format che merita di essere portato avanti anche nelle prossime edizioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento