Violenza sessuale ai danni della figlia 16enne, marocchino a processo

I fatti risalgono al 2015. La giovane, ora maggiorenne, racconta dei soprusi subiti dal patrigno: "Mi diceva ti amo e più volte ha cercato di toccarmi il seno mettendomi una mano sotto la camicetta"

VITTORIO VENETO Viveva con moglie, una compagna e 7 figlie nella stessa abitazione. Una poligamia a tutti gli effetti che è sfociata in abuso ai danni della figliastra di 16 anni. Un cittadino marocchino 50enne residente a Vittorio Veneto, dovrà difendersi in tribunale, per l'accusa di violenza sessuale - come riporta il Gazzettino di Treviso. La giovane, ora maggiorenne - in quanto i fatti risalgono al 2015 - racconta dei soprusi subiti dal patrigno: "Mi diceva ti amo e più volte ha cercato di toccarmi il seno mettendomi una mano sotto la camicetta". Il patrigno poligamo rigetta le accuse, frutto secondo il 50enne, di gelosie nei contronti delle altre sorelle, figlie naturali del marocchino. In attesa di processo d'ufficio, i servizi sociali hannno messo fine però a questa poligamia illecita separando in due abitazioni la famiglia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta con la Ferrari del papà il figlio di mister Nice

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

  • Schianto auto-moto, ferito un centauro: deve intervenire l'elisoccorso

  • Fuggono ad un controllo di polizia ma si schiantano contro un negozio: grave un uomo

  • Grave incidente lungo la Feltrina: due uomini rimangono incastrati tra le lamiere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento