Violenza sessuale ai danni della figlia 16enne, marocchino a processo

I fatti risalgono al 2015. La giovane, ora maggiorenne, racconta dei soprusi subiti dal patrigno: "Mi diceva ti amo e più volte ha cercato di toccarmi il seno mettendomi una mano sotto la camicetta"

VITTORIO VENETO Viveva con moglie, una compagna e 7 figlie nella stessa abitazione. Una poligamia a tutti gli effetti che è sfociata in abuso ai danni della figliastra di 16 anni. Un cittadino marocchino 50enne residente a Vittorio Veneto, dovrà difendersi in tribunale, per l'accusa di violenza sessuale - come riporta il Gazzettino di Treviso. La giovane, ora maggiorenne - in quanto i fatti risalgono al 2015 - racconta dei soprusi subiti dal patrigno: "Mi diceva ti amo e più volte ha cercato di toccarmi il seno mettendomi una mano sotto la camicetta". Il patrigno poligamo rigetta le accuse, frutto secondo il 50enne, di gelosie nei contronti delle altre sorelle, figlie naturali del marocchino. In attesa di processo d'ufficio, i servizi sociali hannno messo fine però a questa poligamia illecita separando in due abitazioni la famiglia.

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Lega, è partita la corsa alla poltrona di Zaia

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento