Benazzi: "Nessuna preclusione sulle richieste del Cesana, ma le regole vanno rispettate"

Il dirigente dell'Ulss 2 respica al sindaco di Vittorio Veneto: "La richiesta di 200 nuovi posti, fatta modificando radicalmente le indicazioni fornite lo scorso anno, sia arrivata a tempo già scaduto per poter essere recepita"

VITTORIO VENETO “Non vi è da, da parte dell’Ulss 2, alcuna preclusione nei confronti della richiesta avanzata dal Cesana Malanotti: ci atterremo pienamente a quanto deciderà il Comitato dei Sindaci.  E’ ovvio però, e questo non possono non saperlo sia i vertici del Cesana che il Sindaco di Vittorio Veneto, che l’accoglimento delle richieste può essere fatto solo nel pieno rispetto delle regole”. La precisazione arriva da Francesco Benazzi, direttore generale dell’Ulss 2. Le regole cui fa riferimento Benazzi sono “ricordate”, punto per punto, ricostruendo il quadro normativo e tutti gli atti intercorsi con il Cesana, nella lettera di risposta alla richiesta di autorizzazione di 200 nuovi posti che l’Azienda sociosanitaria ha inviato all’Istituto. 

Nella risposta l’Ulss 2 ricorda al Cesana come, di fatto, la richiesta di 200 nuovi posti, fatta modificando radicalmente le indicazioni fornite lo scorso anno, sia arrivata a tempo già scaduto per poter essere recepita nell’attuale programmazione. “Allo stato attuale – sottolinea Benazzi - l’Ulss non può riprogrammare la dotazione di posti letto in base all’evoluzione delle necessità al di fuori dei vincoli della programmazione regionale, che detta chiaramente quali sono i criteri per calcolare il fabbisogno di posti letto per anziani non autosufficienti”. “L’Esecutivo – scrive ancora l’Ulss – ha ritenuto di prendere atto di quanto presentato ma di non dare seguito alla richiesta in considerazione della completa assegnazione dei posti letto previsti dalla programmazione regionale. L’Istituto Cesana Malanotti potrà presentare l’istanza al momento della definizione dei posti letto previsti dalla programmazione regionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento