Minaccia il suicidio, carabiniere negoziatore lo convince a rinunciare

L'episodio alle 12.30 a Cozzuolo di Vittorio Veneto: protagonista un 51enne, ubriaco e alterato da psicofarmaci, si è barricato in casa e con un coltello voleva togliersi la vita

E' stato convinto da un carabiniere-negoziatore, un maresciallo del'Arma specializzato nell'intervento di mediazione, a non togliersi la vita, come aveva annunciato. Ad essere salvato un 51enne vittoriese, residente a Cozzuolo. L'episodio di cui si è reso protagonista è avvenuto alle 12.30 circa di oggi, venerdì. L'uomo, alterato da alcolici e psicofarmaci, si è barricato in casa minacciando di togliersi la vita con un coltello da cucina. L'intervento del maresciallo lo ha convinto a desistere dall'intento di togliersi la vita, inducendolo a uscire disarmato di casa. Il 51enne è stato poi trasportato in ambulanza presso l'ospedale di Conegliano, per essere sottoposto alle cure del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento