Vittorio Veneto, profugo ritrova un portafogli e lo riconsegna

Il gesto di un ragazzo bengalese di 26 anni (impegnato a ripulire il parco Fenderl) che lo ha subito portato ai carabinieri: all'interno 190 euro, un bancomat e vari assegni

VITTORIO VENETO Ha ritrovato un portafogli con all'interno 190 euro, bancomat e assegni. Un bel gruzzolo. Senza neppure un attimo di esitazione si è recato dai carabinieri per consegnarlo. Autore di questo bel gesto di civiltà è stato un profugo bengalese di 26 anni, ospite da tempo in una struttura di accoglienza del vittoriese. A riportare la notizia è il Gazzettino di Treviso in edicola oggi.

L'episodio è avvenuto domenica scorsa presso l'area Fenderl a Vittorio Veneto dove solitamente il giovane, con altri due richiedenti asilo di occupa della pulizia dell'area (coordinati dalla consulta dell'associazionismo culturale vittoriese): una zona che conosce dunque molto bene e che spesso frequenta per passeggiare. Il proprietario del portafogli è un coneglianese che aveva partecipato domenica scorsa alla Pedalavis e ha già potuto tornare in possesso di denaro e documenti. Nei prossimi giorni l'uomo incontrerà lo straniero per ringraziarlo di persona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento