Furti in serie ai centri commerciali di Silea e Zero Branco: due arrestate

A finire in manette due giostraie di 22 e 40 anni: all'interno dell'auto con cui si stavano dileguando avevano nascosto refurtiva per un valore di 800 euro

ZERO BRANCO Due donne, G.I., 22enne residente in un campo nomadi di Vicenza, e C.D., 40enne di Carbonera, entrambe giostraie e pregiudicate, sono state arrestate per furto nel pomeriggio di martedì dai carabinieri di Treviso. Le malviventi si sono rese protagoniste di un furto ai danni del negozio "Upim" presso il centro commerciale "Zero center" di Zero Branco: dopo aver staccato i dispositivi anti-taccheggio, le giostraie si stavano dileguando con vari capi d'abbigliamento per adulti e bambini ma sono state scoperte dagli addetti alla sicurezza e consegnate ai carabinieri.

Perquisendo la Volkswagen Golf con cui la 22enne e la 40enne erano giunte allo "Zero center", i militari hanno scoperto, nel bagagliaio, altra merce (sempre abiti di vario tipo) che erano stati rubati presso il negozio "Quello Giusto" di Silea. La merce, del valore complessivo di 800 euro, è stata recuperata e restituita. A tradire le donne, secondo quanto riferito, sarebbe stata la fretta con cui hanno agito: i vigilanti le hanno notate mentre si dileguavano di corsa. L'arresto delle giostraie, comparse di fronte al giudice, è stato convalidato durante l'udienza che si è svolta in mattinata presso il tribunale di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento