Meringa day a San Vito di Altivole

Domenica 27 gennaio l'evento alla pasticceria Sarti

Avete mai provato ad assaggiare quanto è buono l'albume montato a neve con lo zucchero? È una cosa spettacolare e, secondo me, il pasticcere Gasparini che ha inventato la meringa voleva proprio fare in modo di allungare la vita a questo gusto, cuocendola. La cottura della meringa è anche il segreto della nostra meringa. In genere i pasticceri non superano mai i 100° per cuocerla, mentre nel nostro processo le temperatura vanno da 150° a scendere fino a 120° per poi rimanere 4 ore a 100° e una notte intera in forno. Questa è la ricetta originale delle meringhe di Possagno diventate famose in tutta la provincia. Ora in pasticceria sono le paste che si vendono di più e le uniche che i clienti ci richiedono interi vassoi. Le caratteristiche principali sono l'estrema friabilità, in pasticceria le serviamo con un cucchiaino, un colore rosato.

In genere sono disponibili solo con la panna montata, mentre domenica 27 saranno disponibili in 9 gusti: amarena, pistacchio, nocciola, cioccolato e lampone croccante, stracciatella, fragola, frutti di bosco, cioccolato e caramello. Questo per venire incontro alle richieste dei clienti, ma anche per offrire un prodotto nuovo da provare. Abbiamo deciso di fare questo evento ora anche se il banco è già pieno, tra paste, frittelle e le nostre frittelle premium con pistacchio e sale rosa dell'Himalaya, con nocciola e la copertura rocher, al tiramisù e crema al mascarpone con gocce di cioccolato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cosa fare a Treviso e provincia nel weekend: tre giorni di feste e divertimento

  • Autotreno pieno di ghiaia si ribalta in strada: traffico in tilt

  • Camper sbanda e distrugge una balaustra del ponte di Vidor: gravi disagi al traffico

  • Come pulire la lavatrice: consigli per farla tornare come nuova

  • Camionista trovato morto nel parcheggio del centro commerciale Arsenale

  • Lutto nel mondo del Prosecco: Orfeo Varaschin muore a 50 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento