Tiramisù World Cup: la nuova edizione sarà presentata a Milano

Lunedì 11 febbraio la competizione trevigiana presenterà la nuova edizione a Fiera Milano City. Durante lo speech verrà organizzata una gara dimostrativa con concorrenti ufficiali

Tiramisù World Cup, la “sfida più golosa dell’anno” che si tiene in autunno a Treviso, approderà alla Borsa Internazionale del Turismo, a Fiera Milano City, da domenica 10 a martedì 12 febbraio 2019.

La competizione trevigiana che premia “chi fa davvero il Tiramisù più buono del mondo” (nella ricetta originale e in quella tradizionale) arriva a Milano forte dei suoi oltre 120 “chef” amatoriali che già si sono iscritti per partecipare all’edizione 2019, che si terrà dall’1 al 3 novembre a Treviso e dintorni. Dopo la giornata di apertura, domenica 10 febbraio (in cui è anche possibile iscriversi alla competizione), l’evento principale sarà alle 15.30 di lunedì 11 febbraio, quando Francesco Redi, ideatore e organizzatore della Coppa del Mondo, e Martina Baldo, advisor di Twissen, racconteranno come “le esperienze siano le nuove destinazioni turistiche: il caso della Tiramisù World Cup”. Nell’occasione, verranno presentate le prime due edizioni della “sfida più golosa dell’anno”, che ha già coinvolto oltre 1200 partecipanti e migliaia di spettatori, raccontando il modello, i numeri, i temi e le possibilità di sviluppo turistico legate al dolce al cucchiaio più famoso del mondo e alla Tiramisù World Cup che si tiene a Treviso. in più, alcuni partecipanti già iscritti all’edizione 2019 si esibiranno per il pubblico presente in una gara dimostrativa con la preparazione del dolce. A sfidarsi, Simone Moretti (sindaco di Olgiate Comasco) e Andrea Mattana, attore e cantante di Asti. Poi una mini-giuria assaggerà i piatti: fra i giudici, anche uno dei due campioni della TWC Junior 2018 (ricetta creativa), Riccardo Landonio di  Cerro Maggiore (Milano).

«Siamo felici di essere a Milano, una vetrina molto importante per noi che promuoviamo un prodotto tipico del nostro territorio - spiega Francesco Redi - . Quello del Tiramisù è un volano per il turismo eno-gastronomico sia da altre regioni d’Italia, sia dall’estero (1 arrivo su 4 è per ragioni legate alla nostra cucina, fonte Enit): noi facciamo la nostra parte, in un mercato che vede l’Italia capace di attrarre turisti proprio da quegli stessi Paesi da cui provengono i nostri concorrenti. Il rapporto 2018 dell’Enit, poi, ci conforta, indicando una spesa pro-capite di 150 euro al giorno da parte del turista che è spinto al suo viaggio in Italia dalle eccellenze eno-gastronomiche». 

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

Torna su
TrevisoToday è in caricamento