Male di vivere, imprenditore del mobile si toglie la vita

Tragedia nella mattinata di oggi, Vigilia di Natale, a San Biagio di Callalta. Sul posto Suem 118 e carabinieri ma per il fondatore dell'azienda, 86 anni, non c'è stato nulla da fare. Da tempo soffriva di depressione

Tragedia del male di vivere a San Biagio di Callalta, nella giornata della Vigilia. Nelle prima ore della mattinata è stato rinvenuto, all'interno della sua abitazione, il corpo esanime di un noto imprenditore della zona Antonio Gerotto, fondatore dell'omonimo mobilificio di Fagarè nel 1980. L'uomo, 86 anni, soffriva da tempo di depressione: secondo quanto accertato l'anziano si è tolto la vita gettandosi da una finestra al secondo piano della sua abitazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il Suem 118: gli infermieri non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

Telefono amico: attiva la task force per le vacanze natalizie. Durante queste festività natalizie, per il decimo anno consecutivo Telefono Amico Italia sarà presente con la tradizionale non stop natalizia. I volontari risponderanno al numero 199 284 284 dalle ore 10.00 del 24 dicembre 2018 alle ore 24.00 del 26 dicembre 2018, senza mai fermarsi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Tensione in tribunale, avvocato perde la testa e aggredisce il giudice

  • Più muscoli e meno grasso: gli alimenti che aiutano a costruire la tua massa magra

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Attacco cardiaco porta via alla vita Maria Fernanda, giovane mamma 31enne

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento