Esuberi Benetton, Alessandro a colloquio con il presidente Zaia

Venerdì mattina il presidente del Gruppo, Alessandro Benetton, ha sentito telefonicamente il governatore del Veneto, Luca Zaia. Sembra quindi aprirsi un canale tra aziende e istituzioni

Si apre un canale di dialogo istituzionale tra il Gruppo Benetton e la Regione Veneto sul piano di trasformazione radicale previsto dall'azienda che contempla, tra l'altro, 228 esuberi a Ponzano Veneto e Castrette e contestualmente 280 assunzioni in Italia.

Venerdì mattina il presidente Alessandro Benetton ha avuto un colloquio telefonico con il governatore Luca Zaia per un aggiornamento sul progetto di riorganizzazione del Gruppo e sui relativi risvolti occupazionali sul territorio trevigiano.

Nel colloquio - spiega una nota dell'azienda - Benetton ha confermato a Zaia la disponibilità dell'azienda a un "dialogo franco e leale con tutte le istituzioni e le parti sociali, ad ogni livello".

Luca Zaia, riporta la nota, avrebbe garantito il massimo appoggio delle istituzioni in questa difficile sfida imprenditoriale. I due presidenti si sarebbero inoltre promessi reciprocamente di tenere aperto tra loro ogni canale di comunicazione.

Il Gruppo Benetton, intanto, sta proseguendo il confronto di merito tra azienda e organizzazioni sindacali, attraverso la Direzione relazioni industriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento