Banca della Marca: approvato a larga maggioranza il nuovo Statuto per una tappa epocale

Domenica alla Zoppas Arena di Conegliano l’Assemblea dei Soci ha definitivamente deliberato l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea

Domenica 16 dicembre alla Zoppas Arena di Conegliano, l’Assemblea dei soci di Banca della Marca, si è riunita in forma straordinaria per deliberare la modifica dello statuto della BCC, al fine di completare il percorso di adesione al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Oltre mille soci rappresentati dei quali circa 600 fisicamente presenti, tutti favorevoli (tranne uno) alle proposte all’ordine del giorno. Il Presidente Sernagiotto sottolinea che «C’è stata una partecipazione convinta, il percorso tracciato ha riscosso un fondamentale consenso, la base sociale si è ricompattata. Siamo molto soddisfatti per il raggiungimento di questo traguardo storico che consente alla BCC di contribuire alla nascita di un grande Gruppo bancario Cooperativo in Italia. I nostri soci hanno compreso come la riforma che ha voluto riunire le BCC nel nuovo Gruppo bancario Cooperativo Iccrea non solo non cancella la storia, la natura e la vocazione delle BCC, ma le inserisce in un sistema che garantisce maggiore solidità e permette di effettuare investimenti e ottenere sinergie fino ad ora impossibili da realizzare. Permette in sostanza di continuare a fare meglio quello che le Banche di Credito Cooperativo hanno sempre fatto: lo sviluppo e il sostegno del loro territorio. Le molteplici iniziative che abbiamo in corso sul piano sociale, territoriale e dell’innovazione bancaria lo stanno a testimoniare”. Banca della Marca si è presentata in ottima salute e con dati in crescita; da inizio anno la raccolta ha superato i 3 miliardi di euro con un +5% da inizio anno, gli investimenti finanziari della clientela (raccolta indiretta) supera i 900 milioni di euro con un +6%. Anche gli impieghi vivi sono ritornati a quasi 1,6 miliardi di euro. Banca della Marca entra quindi nel Gruppo con ratios di tutto rispetto, che consentono di operare con il maggior livello di autonomia previsto dal Patto di Coesione. Il costituendo Gruppo bancario Cooperativo Iccrea prende dunque forma e potrà contare sull’adesione di 142 BCC, che operano su 1738 comuni con una rete di 2647 filiali. Sarà fondato su una solida base sociale di 750.000 soci con più di quattro milioni di clienti con uno patrimonio netto di 11,5 miliardi di euro, un attivo di 148 miliardi, impieghi lordi per 93,3 miliardi e una raccolta diretta per 102,4 miliardi. Con questi numeri e per il numero di BCC coinvolte, il Gruppo bancario Cooperativo Iccrea si avvia a diventare a tutti gli effetti la prima banca locale del Paese».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

bdm2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

Torna su
TrevisoToday è in caricamento