Banca Prealpi stanzia 15 milioni di euro per le famiglie colpite dal maltempo

Due le iniziative messe in campo dalla banca di Tarzo, un plafond di 15 milioni di euro e la sospensione delle rate dei mutui per aiutare famiglie e aziende colpite dal maltempo

Una banca legata al territorio, che fa della solidarietà e del mutuo soccorso non solo parole ma fatti. Banca Prealpi non ha dimenticato la sua mission di istituto di credito cooperativo fortemente legato al territorio e ha infatti scelto, una volta di più, di stare al fianco delle imprese e delle famiglie che hanno subito danni a causa del maltempo che ha colpito a fine ottobre il Veneto (e non solo). Due le iniziative messe in campo dalla banca di Tarzo, un plafond di 15 milioni di euro e la sospensione delle rate dei mutui.

Al fine di fornire un primo aiuto per la ripresa a supporto di famiglie ed imprese che si trovano a dover sostenere oneri economici strettamente connessi con i danni conseguenti al recente fenomeno alluvionale, la Banca Prealpi ha attivato una linea di credito con un plafond di 15 milioni di euro finalizzati. Inoltre, per quanto riguarda i mutui, la Prealpi ha previsto la possibilità di richiedere da parte dei mutuatari, una sospensione delle rate, scegliendo tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale (una possibilità in seguito prevista anche dell’ordinanza del Capo della Protezione civile del 15 novembre 2018, alla quale la Banca si è adeguata). Le operazioni di sospensione determineranno la traslazione del piano di ammortamento per un periodo analogo a quello della sospensione, non comporteranno un aumento dei tassi praticati rispetto al contratto originario e non prevedranno l'applicazione di interessi di mora per il periodo di sospensione. «Non potevamo non scendere in campo per sostenere famiglie e imprese del territorio colpito dal maltempo di alcune settimane fa – ha commentato il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga – abbiamo deciso di attivarci con queste due iniziative che da un lato vogliono dare respiro e tranquillità a coloro che si trovano ora in difficoltà e dall'altro fornire la liquidità necessaria per una ripresa a pieno ritmo. I cittadini hanno dimostrato, fin dalle prime ore, sincera solidarietà e voglia di riprendersi e i nostri interventi si inseriscono proprio in questo contesto, partendo dai principi di solidarietà, mutuo soccorso, cooperazione e aiuto reciproco che sono i valori fondanti del nostro istituto di credito».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cadavere nel Piave: ipotesi imprenditore scomparso

  • Attualità

    Pubblicità della concessionaria "Negro" censurata: per l'algoritmo di Facebook è razzismo

  • Attualità

    Famiglia trevigiana compra mille quintali di alberi colpiti dal maltempo

  • Attualità

    Accordo con le università: a Treviso 200 studenti Erasmus

I più letti della settimana

  • I proprietari lasciano: la Gigia è in vendita

  • Ragazza aggredita da tre uomini nel parcheggio del supermercato

  • Schianto nella notte sulla Pontebbana, grave un 18enne

  • Addio Home Festival: Treviso lo rimpiazza con il "Core Festival"

  • Si ubriaca prima di entrare in classe, insulta la prof e collassa

  • Natale a Treviso: c'è anche la sorella di Chiara Ferragni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento