Sentenza definitiva della Ue: le bottiglie di "Bottega" sono uniche

Dopo 18 anni di lunghissime battaglie giudiziaria la Corte di Cassazione Europea ha definitivamente stabilito che i marchi tridimensionali e le bottiglie dorate di Bottega sono uniche e non imitabili

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La sentenza è definitiva. La validità dei marchi tridimensionali di Bottega spa sono validi in ogni parte del mondo. Le famose bottiglie dorate Bottega Gold e Bottega Rose Gold non possono essere copiate, sono elementi propri dei marchi dell'azienda trevigiana, addirittura prevalenti su altre componenti, quali la lettera B in rilievo e l'etichetta a forma di fiammella propia dei vini Bottega. La specchiatura deve ritenersi una sorta di emblema del marchio Bottega. Lo ha definitivamente stabilito la sentenza del Tribunale dell'Unione Europea, presso la Corte di Cassazione di Lussemburgo, l'Unione Europea per la proprietà intellettuale. Quindi le bottiglie di Bottega sono uniche. A sostegno di quanto sopra la notiziache il Prosecco Bottega, per il secondo anno consecutivo, si è piazzato al secondo posto, dopo Moet & Chandon, nel mercato mondiale Duty Free e Traveò Retail per quanto riguarda la categoria degli Champagne e degli Spumanti. E' stato nel 2001 che Bottega ha verniciato, per la prima volta, le sue bottiglie, a conferma di una lunga e articolata carriera in cui ha sempre dimostrato massima originalità ed estrema innovazione- Finalmente dopo tanti anni di battaglie legali e di numerosi tentativi di copiatura, la sentenza definitiva europea mette fine ad ogni vertenza. Le bottiglie dorate di Bottega sono uniche e inimitabili.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento