90 anni della 'Pietrobin', Zaia: “I lavoratori fanno grandi le imprese”

Il residente della regione Veneto è intervenuto alla cerimonia per i festeggiamenti dell'azienda siderurgica di San Vendemiano: "Ci sono imprenditori che resistono, investono e non licenziano"

L'azienda

Ha voluto esserci il presidente della regione Veneto Luca Zaia alla cerimonia per i festeggiamenti dell'azienda siderurgica di San Vendemiano 'Pietrobin': 90 anni di storia alle spalle che per il presidente oggi acquistano ancora più valore: "Sono i lavoratori veneti che fanno grandi le imprese - ha affermato - e al timone di queste ci sono persone, come gli imprenditori Bin, che hanno ampiamente dimostrato il loro valore anche in questo periodo di estrema difficoltà. Persone come loro, che resistono, investono e non licenziano".

3 MILIONI DI EURO ALLE IMPRESE

ESEMPIO PER IL GOVERNO. Un esempio da seguire anche dal governo attuale: “Ognuno deve fare la propria parte, per primo lo Stato, che da troppo tempo rinvia le riforme attraverso le quali cambiare un sistema che evidentemente non regge più”.

FESTEGGIAMENTI E INNOVAZIONE. In occasione dei festeggiamenti, Carlo Bin, figlio del fondatore Pietro, oggi alla guida dell’impresa ha presentato anche il nuovo impianto di taglio appena realizzato, "un investimento coraggioso in un momento di grande difficoltà - ha spiegato Carlo Bin -, perché un'azienda come la nostra fortemente radicata nel territorio, proprio nel territorio crede, nella sua forza e nella sua capacità di avviare un percorso di ripresa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

  • Chiama la polizia per far multare le auto in sosta, ma alla fine a essere sanzionato è lui

Torna su
TrevisoToday è in caricamento