Al via a Conegliano il progetto "Al passo con il digitale"

Il grado di digitalizzazione dei negozi nel centro: prospettive e timori

‘Al Passo con il Digitale’ è un progetto di alternanza scuola-lavoro promosso dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno con il partenariato del Comune di Conegliano e il supporto operativo di Ascom-Confcommercio di Treviso, con l’obiettivo di mappare il grado di digitalizzazione del negozi nel centro di Conegliano, attraverso una ricerca sul campo svolta dalla classe 3F (oggi 4F) indirizzo Scienze Applicate del Liceo Marconi di Conegliano. 102 dei 147 negozi hanno accettato di essere intervistati (69,4%), rappresentando buona parte delle merceologie: Sistema Moda, Tempo libero, Cura della Persona, Alimentari e Pubblici Esercizi.

Ai negozianti è stato chiesto se utilizzano sito Internet, profilo social ed e-commerce e più in generale una valutazione sull’impatto di questi strumenti nelle attività del negozio e quali fossero le loro opinioni in merito ai processi di trasformazione del commercio indotti dal digitale. «Ricevere studenti come intervistatori su questo tema ci ha sorpreso favorevolmente, ci ha fatto capire l’importanza di un possibile progetto di sviluppo del digitale nella nostra città»: è stata l’affermazione di molti dei commercianti intervistati ed è una affermazione che permette di evidenziare che la sfida del digitale è anche una sfida intergenerazionale. Tra i risultati che spiccano da questa intervista emerge che i negozi “full digital” (che hanno sito, social, e-commerce e CRM) sono il 15% e i negozi con almeno 3 di questi servizi arrivano al 51%. Solo il 5% è privo di qualsiasi strumento digitale;

L’81% degli possiede un profilo social e il 42% gestisce sia un profilo su Facebook che Instagram. Possiede un sito internet il 62% degli intervistati. Solo il 25% la quota dei negozianti che utilizza l’e-commerce. Tre intervistati su 4 concordano sui ritorni sulle vendite per chi possiede un sito Internet o un profilo social ma solo un terzo di questi afferma che gli incrementi “sono basati sui dati”. Traspare quindi la necessità di migliorare i sistemi di monitoraggio sull’efficacia degli strumenti digitali. Marcata anche la forbice tra chi pensa che l’e-commerce “sradichi il tessuto urbano delle piccole città” e chi pensa invece che l’e-commerce sia una concreta opportunità di ampliare il proprio bacino di vendite. Alcuni degli intervistati confessano il timore di non riuscire a stare al passo. Il 75% degli intervistati è interessato a partecipare ad un corso sulla digitalizzazione.

Gianbruno Panizzutti, assessore alla Pubblica Istruzione, Politiche Giovanili e Informatizzazione: «Al Passo con il Digitale’ è un bellissimo esempio di come un progetto di alternanza scuola-lavoro può diventare, oltre che un momento di crescita per i nostri ragazzi, anche un ottimo strumento di condivisione di buone pratiche tra scuola, istituzioni del territorio e amministrazione comunale. Nello specifico, questa mappatura ci aiuta a capire i bisogni e le esigenze dei commercianti, mettendoci nelle condizioni di provare a fornire un valido aiuto a un settore in sofferenza come quello degli esercizi commerciali nei centri cittadini. Un plauso a Ascom Confcommercio e Camera di Commercio di Treviso – Belluno per l’ottima organizzazione e un grandissimo ringraziamento ai ragazzi e agli insegnanti del Liceo Marconi per l’impegno e l’ottimo risultato ottenuto, risultato che potrà essere utilizzato come punto di partenza per un futuro ampliamento del progetto e per una sempre maggiore collaborazione tra pubblico e privato per affrontare i problemi in sinergia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Allarme rosso per il livello del Piave: ordinati gli sgomberi delle golene

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

Torna su
TrevisoToday è in caricamento