Coronavirus, Coldiretti riorganizza gli uffici e gestirà le emergenze a domicilio

Stamane riunione operativa via Skype con i 12 uffici zonali trevigiani

Un trattore in azione

«Vicini ai nostri associati e alla loro funzione vitale per i consumatori. Adotteremo tutte le precauzioni del caso, ma ci attiveremo per stare vicini alle esigenze delle nostre imprese agricole rispettando le disposizioni vigenti e prendendo tutte le precauzioni del caso». Così Giorgio Polegato, presidente di Coldiretti Treviso, al termine di una riunione “via skype” organizzativa tra la sede provinciale di Coldiretti Treviso e le 12 sedi zonali localizzate nei maggiori comuni della Marca. Ciò al fine di ottemperare alle misure di contenimento del contagio da COVID-19, con particolare riferimento al DPCM 8 marzo 2020, e per attivare ulteriori misure di prevenzione. Per questo motivo, a partire da lunedì 9 marzo 2020, fino a data da definirsi, in tutti gli uffici di Coldiretti Treviso (sede provinciale e uffici di zona) l’accesso sarà regolato solo su appuntamento. Le persone dovranno rispettare le distanze e avere dei dispositivi di protezione. In caso di urgenze potrà essere chiesta una consulenza a domicilio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Tutti i referenti resteranno comunque al Vostro fianco -scrivono i vertici di Coldiretti ai propri associati - La decisione è stata presa per un forte senso di responsabilità nei Vostri confronti e del nostro personale dipendente. Con l’occasione ribadisco anche la nostra disponibilità ad essere al Vostro fianco per qualsiasi tipo di necessità e Vi informo che il sistema Coldiretti è in prima linea affinché si possa dare continuità alle imprese attraverso la costruzione di un rete di tutele e aiuti che salvaguardino la produzione ed il lavoro». Per i soci che volessero segnalare delle problematiche particolari riferite all’emergenza in corso è stata attivata anche una mail ad hoc: emergenza.treviso@coldiretti.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento