La trevigiana Edilvi nuova eccellenza italiana con l'European Energy Service Award 2017

Primo posto al premio internazionale per il miglior progetto di servizio energetico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

L'Italia dell'efficienza energetica ha raggiunto un grande traguardo a livello europeo: EDILVI, azienda trevigiana di costruzioni e servizi energetici e PMI innovativa, si è distinta tra quattordici nazioni per il miglior progetto della categoria Energy Service Provider vincendo così il premio internazionale European Energy Service Award 2017. Il patrimonio edilizio è il maggior consumatore di energia in Europa e per questo il concorso promosso da GuarantEE ha lo scopo di favorire l'utilizzo di contratti di prestazione energetica (EPC) nel settore pubblico e privato. Il premio è stato assegnato in base al raggiungimento di adeguati parametri di prestazione energetica in strutture pubbliche e private, al fine di contribuire non solo allo sviluppo dell'efficienza energetica nel patrimonio edilizio, ma anche alla protezione climatica e ambientale.

EDILVI si è distinta tra le altre realtà europee grazie al "Progetto di Riqualificazione energetica e sismica di edifici scolastici italiani". L'azienda ha dimostrato non solo di essere all'avanguardia nell'utilizzo delle ultime tecnologie per la riqualificazione (rilievi tramite droni e laser scanner, modellazione BIM, diagnosi energetica e sismica), ma si è distinta anche per la capacità di gestire e monitorare ogni aspetto energetico e strutturale degli edifici per tutta la durata contrattuale, attraverso il Facility Management e appositi sistemi di telegestione e telecontrollo. Ciò che rende questo progetto una vera eccellenza nel panorama europeo è l'utilizzo di un processo innovativo per la riqualificazione che attraverso diverse fasi standardizzate permette di operare contemporaneamente e in breve tempo su un numero estremamente elevato di edifici.

Le tecnologie utilizzate sono state identificate come uniche nel loro genere e per questo sono coperte da un brevetto internazionale. Attualmente EDILVI ha diagnosticato e valutato operazioni di efficientamento energetico e adeguamento sismico in 7 comuni, per un totale di 31 edifici, che, grazie all'intervento dell'azienda, possono essere trasformati in costruzioni NZEB (Nearly Zero Energy Building), in linea con le più avanzate norme di risparmio energetico attualmente in vigore in Europa. Grazie a queste riqualificazioni si possono risparmiare 768.000 kg di CO2 all'anno su una superficie totale di 38.286 m2. Il progetto abbraccia infatti la volontà europea di efficientare l'attuale patrimonio edilizio dal punto di vista energetico e sismico, al fine di mettere a disposizione di tutti i cittadini edifici più sostenibili, più efficiente e anche più sicuri. EDILVI, forte della sua trentennale esperienza in campo edile e grazie alle conoscenze ingegneristiche della propria divisione ESCo, ha dimostrato con questo importante riconoscimento internazionale di essere uno dei pochi player nel panorama italiano con competenze adeguate per poter intraprendere un vasto intervento di miglioramento dell'obsoleto parco edilizio nazionale e, perché no, anche europeo.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento