Arredobagno: dopo ben sette anni alla Inda di Olmi torna il premio di risultato

Direzione aziendale, Filca Cisl Belluno Treviso e Rsu hanno siglato un contratto integrativo aziendale che prevede un premio fino a 400 euro per i 70 dipendenti dello stabilimento

Alla Inda torna, dopo sette anni, il premio di risultato. Direzione aziendale, Filca Cisl Belluno Treviso e Rsu lo scorso 19 aprile hanno siglato un contratto integrativo aziendale che prevede un premio fino a 400 euro per i 70 dipendenti dello stabilimento produttivo di Olmi dell’azienda leader nel settore dell’arredobagno. Al premio di risultato, istituito per i prossimi tre anni e correlato ad obiettivi di efficienza, qualità e partecipazione, si aggiungono anche aspetti importanti legati all'aumento, rispetto a quanto previsto dal contratto nazionale di lavoro, del contributo aziendale al fondo pensione e l'erogazione di 200 euro aggiuntivi di flexible benefit sotto forma di buoni carburante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le rappresentanze aziendali che si sono susseguite in questi anni - spiega Giuseppe Vallotto della Filca Cisl Belluno Treviso - hanno svolto un lavoro importantissimo e questo premio è il frutto di tanti anni di sacrifici legati al periodo di difficoltà che ha attraversato l’azienda nel periodo della crisi che ha colpito il settore del mobile e dell’arredo, culminata nel 2013. Vediamo positivamente il fatto che l’azienda abbia sempre creduto nella professionalità dei propri dipendenti e ribadiamo che partecipare alle attività sindacali è fondamentale per il raggiungimento di importanti obiettivi. Stiamo vivendo e gestendo un ricambio generazionale importante negli organici di numerose aziende, ecco perché invito i giovani nuovi assunti ad avvicinarsi al sindacato, partecipando e candidandosi a fare parte delle RSU aziendali mettendo a disposizione il loro tempo libero a tutela dei lavoratori e del lavoro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borsa di cibo gettata tra i rifiuti: «Uno spreco che fa rabbia»

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Nuova ordinanza di Zaia: «Mascherine solo al chiuso o a meno di un metro»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento