Esuberi alla Benetton, Confortin (Uil): "Mazzata senza precedenti"

"Una mazzata senza precedenti", così è stato definita dal segretario generale di Uil Treviso, Antonio Confortin, il piano di riorganizzazione del Gruppo Benetton, che prevede il taglio di 228 posti di lavoro a Ponzano e Castrette

I numeri dichiarati mercoledì durante l'incontro con i vertici della Benetton hanno colto di sorpresa i sindacati. I 450 esuberi annunciati (228 solo tra Ponzano Veneto e Castrette) hanno superato notevolmente le indiscrezioni circolate nei giorni precedenti alla riunione.

"Si tratta di una mazzata senza precedenti", ha commentato il segretario generale della Uil di Treviso, Antonio Confortin.

Le anticipazioni di qualche giorno fa parlavano di una rimodulazione dell'organico di poco più di un centinaio di addetti in Italia.

Ai sindacati, spiega Andrea Guarducci della Filt-Cgil, non sembra assolutamente sufficiente l'annuncio di 280 assunzioni in Italia nella rete di negozi della casa trevigiana ad attutitire la manovra di tagli al personale.

I dipendenti che Benetton intende escludere dalla forza occupazionale italiana apparterrebbero per un centinaio di elementi al settore dello sviluppo di prodotto, mentre altri all'area tecnica e impiegatizia. Un contingente all'incirca della stessa portata numerica riguarderà invece i dipendenti delle varie sedi estere.

Il gruppo di Ponzano, attraverso l'amministratore delegato Biagio Chiarolanza, ha anche fatto sapere che intende rescindere i contratti di fornitura rispetto a 135 laboratori terzisti, anche questi soprattutto veneti e che la misura "non era più procrastinabile" ai fini di un rilancio dell'azienda a lungo termine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le difficoltà di Benetton nell'ultimo anno si sarebbero accentuate soprattutto a causa della contrazione dei consumi in paesi come Italia e Spagna, dove insiste una parte rilevante del fatturato tradizionale dell'azienda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento