All'imprenditore Carraro la cittadinanza onoraria dal Consiglio comunale di Lorenzago

Il legame con il Cadore del fondatore del noto gruppo di concessionarie risale al 1965 quando Francesco aprì la sua prima officina autorizzata in comune di Tai

LORENZAGO Francesco Carraro, fondatore del gruppo Carraro Concessionaria con sede a Susegana e filiali in tutto il Nordest, residente a Conegliano, è stato insignito della cittadinanza onoraria dal Consiglio comunale di Lorenzago. Il legame con il Cadore risale ancora al 1965 quando Francesco aprì la sua prima officina autorizzata in comune di Tai. Nel corso degli anni, in cui l’azienda si è espansa arrivando a dare lavoro a 250 collaboratori tra reparto di vendita e assistenza con un giro di affari di oltre 120 milioni di euro, l’imprenditore ha stretto un forte legame con la località montana che aveva dato i natali alla nonna Luigia Piazza. Un legame che Francesco, per gli amici ‘Berto’, ha alimentato elargendo numerosi contributi alla comunità e alla parrocchia per far fronte a necessità sociali, come quando donò un defibrillatore e contribuendo anche al recupero del patrimonio immobiliare altrimenti destinato al degrado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per questi motivi, su proposta del sindaco Mario Tremonti, il Consiglio comunale, all’unanimità, ha conferito a Carraro la cittadinanza onoraria facendogli dono delle chiavi della città. Questa la motivazione stampata nella pergamena: “viste le innumerevoli donazioni elargite al Comune, Parrocchia ed Associazioni, le straordinarie e varie capacità imprenditoriali dimostrate ed il particolare legame affettivo al Paese di Lorenzago di Cadore”. Una benemerenza che prima di lui era stata conferita a Giulio Tremonti, Stanislaw Dziwisz, Antonio Mistrorigo e Maffeo Ducoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laurea in Medicina a Treviso: Governo impugna la legge del Veneto

  • Vasto incendio da "Vaka Mora": a fuoco 500 balle di fieno

  • Malattia fulminante spegne la vita della piccola Nicole a soli 12 anni

  • Scompare all'improvviso da casa, il biglietto ai genitori: «Non venitemi a cercare»

  • Apre a Oderzo il Würth Store, negozio con oltre 5 mila prodotti professionali

  • Ricerche sui terremoti, trevigiano premiato dall’ETH di Zurigo

Torna su
TrevisoToday è in caricamento