Olimpiadi Milano-Cortina: per l’industria sportiva valgono il 10% in più di fatturato

Commento entusiasta di Assosport, l’associazione di categoria che riunisce i principali produttori di articoli sportivi, dopo l'annuncio per le Olimpiadi invernali del 2026

Assosport, l’associazione di categoria che riunisce i principali produttori di articoli sportivi, accoglie con grande entusiasmo le opportunità dell’Olimpiade in casa. Attrezzatura e abbigliamento per gli sport invernali sono infatti uno dei settori di eccellenza dell’industria italiana, dove spiccano alcuni dei maggiori produttori al mondo di sci, scarponi, bastoncini, caschi, ecc. Il fatturato della Sport Industry in Italia vale oltre 8 miliardi di euro, con 22 mila addetti.

Commenta il Presidente di Assosport Federico De Ponti: «È per noi un volano importante per portare tante nuove persone alla pratica sportiva, con un ritorno significativo sulle vendite di attrezzatura. Possiamo stimare fino a un 10% del fatturato nell’anno olimpico e ricadute positive anche per l’occupazione. Il bilancio di un’Olimpiade non si misura solo sui costi degli impianti sportivi e gli incassi di biglietti e sponsorizzazioni, ma su effetti intangibili di lungo periodo. Si misura sulla passione che un evento simile riesce a risvegliare e che porterà migliaia di persone di nuovo sulle piste da sci; o sull’incanto che provocherà la vista delle nostre montagne e che porterà nuovi turisti nei prossimi anni. Senza contare  l’entusiasmo di tanti bambini che inizieranno a sciare per emulare gli atleti vincenti. Possiamo creare una nuova generazione di sciatori che gareggerà alle Olimpiadi del 2042. Da parte nostra, spinti dall'orgoglio di un’Olimpiade in casa, faremo ancora di più in termini di ricerca, innovazione e creazioni di prodotti di qualità, per tenere alta la reputazione del made in Italy anche nel nostro settore. È una grandissima opportunità, che intendiamo sfruttare al massimo».

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Pioggia, vento e grandine: la Marca ancora nella morsa del maltempo

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

I più letti della settimana

  • Tragico frontale a Borgoricco, morto un prete di 82 anni

  • Centauro 21enne si schianta contro un'auto: è grave all'ospedale

  • Si schianta con la moto contro un'auto, muore un 40enne

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Segrega in casa e picchia la moglie e la figlia di 14 anni: arrestato 50enne padre-padrone

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento