Olimpiadi Milano-Cortina: per l’industria sportiva valgono il 10% in più di fatturato

Commento entusiasta di Assosport, l’associazione di categoria che riunisce i principali produttori di articoli sportivi, dopo l'annuncio per le Olimpiadi invernali del 2026

Assosport, l’associazione di categoria che riunisce i principali produttori di articoli sportivi, accoglie con grande entusiasmo le opportunità dell’Olimpiade in casa. Attrezzatura e abbigliamento per gli sport invernali sono infatti uno dei settori di eccellenza dell’industria italiana, dove spiccano alcuni dei maggiori produttori al mondo di sci, scarponi, bastoncini, caschi, ecc. Il fatturato della Sport Industry in Italia vale oltre 8 miliardi di euro, con 22 mila addetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Commenta il Presidente di Assosport Federico De Ponti: «È per noi un volano importante per portare tante nuove persone alla pratica sportiva, con un ritorno significativo sulle vendite di attrezzatura. Possiamo stimare fino a un 10% del fatturato nell’anno olimpico e ricadute positive anche per l’occupazione. Il bilancio di un’Olimpiade non si misura solo sui costi degli impianti sportivi e gli incassi di biglietti e sponsorizzazioni, ma su effetti intangibili di lungo periodo. Si misura sulla passione che un evento simile riesce a risvegliare e che porterà migliaia di persone di nuovo sulle piste da sci; o sull’incanto che provocherà la vista delle nostre montagne e che porterà nuovi turisti nei prossimi anni. Senza contare  l’entusiasmo di tanti bambini che inizieranno a sciare per emulare gli atleti vincenti. Possiamo creare una nuova generazione di sciatori che gareggerà alle Olimpiadi del 2042. Da parte nostra, spinti dall'orgoglio di un’Olimpiade in casa, faremo ancora di più in termini di ricerca, innovazione e creazioni di prodotti di qualità, per tenere alta la reputazione del made in Italy anche nel nostro settore. È una grandissima opportunità, che intendiamo sfruttare al massimo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento