Provincia conclude operazione su titoli da tredici milioni di euro

La Provincia di Treviso ha concluso un'operazione finanziaria che le permesso di monetizzare circa tredici milioni e mezzo di euro. Lo ha reso noto il presidente Muraro

Il presidente della Provincia di Treviso, Leonardo Muraro, e l'assessore a Bilancio e Finanze, Noemi Zanette, hanno presentato oggi una manovra con la quale l'ente conta di guadagnare, entro il 2034, oltre sessantacinque milioni di euro.

Negli ultimi giorni la Provincia ha operato la chiusura del debito bullet intrapreso nel 2004, del quale la stessa Zanette era stata promotrice. Un'emissione di titoli di tipo "bullet" per circa ottantasei milioni di euro, al tasso del 4,5 per cento, con scadenza 2034, e suddivisa in cinque segmenti, due dei quali per un valore di circa sessanta milioni di euro e con referenti il gruppo Intesa e la francese Natixis.

Data la recente variazione del valore sul mercato dei bullet, a vantaggio della Provincia, l'ente ha deciso di avvalersi di un'apposita opzione contrattuale e chiudere i conti con Intesa e Natixis, monetizzando così circa tredici milioni e mezzo di euro. Cifra che la Provincia ha subito investito in titoli di Stato italiani, in modo da ottenere nel 2034 un guadagno tale da poter affermare, secondo le parole di Muraro, che "l'intero complesso del Sant'Artemio sarà costato alle casse pubbliche soltanto dei milioni di euro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, c'è la prima vittima a Treviso: è una donna di 75 anni

  • Lascia un biglietto d'addio poi si toglie la vita a soli 39 anni

  • Malore fatale al lavoro: padre di due bambini muore a 31 anni

  • Trovata morta nella culla a soli 5 mesi: addio alla piccola Azzurra

  • Operaio con febbre alta: «Ero a Vo'». Dipendenti tutti a casa alla "Breton"

  • Coronavirus a Treviso, 12 persone positive al tampone: scatta l'isolamento

Torna su
TrevisoToday è in caricamento