Riscossione, da oggi basta solo un clic con il “frontespizio digitale”

Con il servizio di Equitalia "Frontespizio digitale" l'ente creditore approva l'elenco di debiti e debitori di propria competenza, attraverso un processo di firma elettronica certificata con valore legale

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un semplice clic per dare inizio alla riscossione. Con il servizio di Equitalia "Frontespizio digitale" l'ente creditore (Ministeri, Prefetture, Comuni, Ordini professionali, Consorzi etc.) approva l'elenco di debiti e debitori di propria competenza (i c.d. ruoli), attraverso un processo di firma elettronica certificata con valore legale. In altre parole, all'ente basterà premere un bottone sul proprio computer per certificare i dati e dare avvio alla fase di riscossione.

Grazie a questa nuova tecnologia offerta da Equitalia, dunque, ne guadagna sia il cittadino sia l'ente, perché si ottiene:

  • maggiore precisione dei dati comunicati dagli enti a Equitalia, con conseguente diminuzione degli errori;
  • riduzione dei tempi di trasmissione delle informazioni;
  • eliminazione dell'uso della carta, con relativi risparmi.

Il nuovo servizio si inserisce nel più ampio progetto di Equitalia di informatizzazione degli "enti non telematici" avviato nel 2008, che ha permesso fino a oggi di dotare oltre 13 mila unità organizzative di uno o più servizi web.

Tali strumenti telematici per la formazione e la gestione dei ruoli in sostituzione della carta permettono a Equitalia di ricevere informazioni aggiornate e tempestive da parte degli enti creditori, riducendo i margini di errore e le conseguenti possibili contestazioni.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento