La città di Spresiano diventa "Irpef free": il Comune abolisce l'odiata imposta

La proposta andrà al voto sabato prossimo in Consiglio Comunale. Se arriveranno i si, per i cittadini sarà un bel regalo di Natale

Un bel regalo di Natale forse posticipato di sole poche ore. Il Comune di Spresiano, in persona del suo primo cittadino Marco Della Pietra, ha infatto deciso di abolire l'imposta dell'IRPEF dal proprio territorio. Una proposta che farà sicuramente felici i cittadini e che andrà al voto sabato prossimo in Consiglio Comunale, anche se è verrà presentata ai residenti all'interno del giornalino del Comune che uscirà già nei prossimi giorni. Riportiamo qui di seguito il contenuto con cui il sindaco Della Pietra ha avvisato i propri concittadini della manovra ideata negli ultimi mesi:

"Siamo ormai giunti a circa tre anni e mezzo di mandato amministrativo ed è, ovviamente, tempo di bilanci.  A fronte del programma elettorale proposto dalla mia squadra molte sono state le cose fatte (anche alcune non previste) e qualcuna rimane ancora da farsi.  Sono state investite molte risorse per la manutenzione del territorio, per la cura del verde, per la sistemazione dei luoghi pubblici (e da quest’anno saranno ulteriormente aumentate); sono stati aumentati i contributi economici a tutte le associazioni del territorio; sono state inserite nuove manifestazioni di vario carattere all’interno della programmazione comunale; sono stati aumentati i contributi al sociale, alle scuole, agli asili; sono stati istituiti nuovi contributi alle famiglie, le borse di studio (fino alla laurea), quelli per lo sport, la musica, il teatro e le attività degli under 14; sono stati implementati i progetti sociali e ne sono stati inseriti di nuovi oltre ad averne gestiti diversi a livello provinciale come Comune capofila; e ancora il contributo (60%) per i libri di testo delle scuole medie, per la mensa scolastica, per il trasporto scolastico, per le disabilità e per il sostegno dei bambini disabili iscritti alle scuole dell’infanzia, per la ricerca di lavoro e gli stage in azienda, per i soggiorni climatici per gli anziani e per le attività per i nostri cittadini meno giovani; sono state eseguite numerose opere pubbliche (parcheggi, illuminazione, impianto di video sorveglianza, lavori importanti su cimiteri ed impianti sportivi, tetto e servizi igienici del padiglione della Pro Loco a Spresiano e altri ancora), non ultima la scuola di Lovadina appena iniziata; stiamo partendo con la sistemazione della strada di accesso e dei parcheggi del cimitero di Visnadello e del marciapiede di via XXIV maggio, la sistemazione di via I maggio a Lovadina e della relativa illuminazione e, inoltre, stiamo redigendo gli studi di fattibilità per creare una struttura polivalente a Lovadina, una a Visnadello e per l’installazione delle cucine in quella di Spresiano".

"E tutto questo (e qualcosa avrò anche dimenticato) è stato fatto senza aumentare le tasse ai nostri cittadini.  Quest’anno però abbiamo voluto fare qualcosa di più: diminuire le tasse ai cittadini di Spresiano. Infatti, con i capitoli di bilancio pieni in tutti i settori grazie ad un grande lavoro di recupero crediti, a nuovi contributi contrattati e ottenuti perennemente dalla nostra Amministrazione, oltre che a un’oculata riorganizzazione degli uffici e degli appalti e a scelte particolarmente azzeccate nella gestione delle partecipate comunali (con particolare riguardo ad Ascoholding), abbiamo deciso di abolire completamente l'addizionale IRPEF per tutti i nostri cittadini! Ciò non significa rinunciare a circa 700mila euro di introiti ma significa lasciare nelle tasche degli spresianesi, nelle nostre tasche, 700mila euro, senza togliere servizi, senza diminuire contributi, e senza rinunciare agli investimenti e alla manutenzione del territorio (che in questi anni, anzi, sono aumentati e andranno ancora ad aumentare). Un grande traguardo del quale sono particolarmente fiero e che voglio condividere con tutti gli uffici, con la mia squadra, ma soprattutto con tutti voi.  Nessun risultato è impossibile se ci si crede fino in fondo!".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Blitz antidroga al "Giorgi-Fermi": marijuana nascosta nel laboratorio

  • Cronaca

    Sgominata la banda che derubava gli anziani soli: si fingevano assistenti sociali

  • Cronaca

    Ladri alle Poste: scassinata la cassaforte, bottino di oltre 50mila euro

  • Cronaca

    Morta dopo il parto: cinque indagati per omicidio colposo, domani l'autopsia

I più letti della settimana

  • Malore fatale nel sonno: imprenditrice perde la vita a 53 anni

  • Malore improvviso nella notte: il sorriso di Marco si è spento a soli 34 anni

  • Auto si schianta fuori strada: morto ragazzo 19 anni

  • Ospedale di Oderzo, 34enne muore quattro ore dopo il parto

  • Malore alla guida, si schianta contro un albero e muore a 51 anni

  • Scopre di avere un tumore: rifiuta le cure e chiama gli amici per stare con loro

Torna su
TrevisoToday è in caricamento