Il tappo di sughero "made in Treviso": ecco il cuore pulsante dell'economia che funziona

Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano e leader della produzione di chiusure in sughero, presenta un bilancio 2018 d’eccellenza come la sua filiera

Il cuore di sughero Amorim Cork Italia batte più forte che mai: in un periodo in cui lo scenario economico europeo è quantomai instabile, tra Brexit e congiunture internazionali sfavorevoli, e in cui la produzione vitivinicola italiana si è ridotta del 28% (vendemmia 2017, riferita a imbottigliamenti 2018) la leader nella produzione di chiusure per vini, birre e distillati continua a crescere. Di fronte a un banco di prova così impegnativo, infatti, il team Amorim ha risposto con 62 milioni di euro di fatturato, oltre 590.000.000 tappi venduti e un aumento del volume d’affari che ha sfiorato gli 8 punti percentuali rispetto all’anno precedente, dati che l'hanno confermata nel 2018 come la 1^ filiale al mondo per il sughero Amorim, inseguita da quella francese e dalle due aziende statunitensi.

Protagoniste del successo sono sicuramente le linee di prodotti a garanzia 100%, come il tappo Neutrocork, per vini di tutti i giorni, ma anche NDTech, sempre di più il benchmark di mercato per i grandi vini italiani. Nel 2018 circa 9 milioni di bottiglie sono state chiuse con quest'ultima tipologia di tappo, dimostrando non solo la qualità del prodotto, ma anche l’attenzione delle cantine italiane a scegliere il meglio che la natura mette a disposizione in termini di chiusure per il vino. Quasi 3000 cantine, così, hanno scelto i sigilli Amorim per la tutela e valorizzazione nei loro prodotti, certe di ottenere un equilibrio d’eccellenza, quello tra il rituale della stappatura e un’avanguardia tecnologica senza pari, capace di restituire un’esperienza sensoriale privilegiata, destinata ai consumatori.

Una grande ricchezza per il territorio italiano, alla luce di una sostenibilità che oltre che economica è sempre più anche sociale e ambientale. Dall’uguaglianza della forza lavoro, con un equo 50% di donne e 50% di uomini, allo sviluppo del progetto ETICO per il recupero e riciclo dei tappi usati, passando attraverso Eticork, iniziativa che valorizza e riconosce le aziende vitivinicole che tutelano l’ambiente con la loro attività, il sostegno al territorio e alla Natura è il valore aggiunto di Amorim Cork Italia, che si dimostra sempre più attenta e sensibile. Una filosofia entrata da anni anche in azienda, con il contrasto globale al fenomeno del Green Washing a partire dai dettagli quotidiani e con un concetto di Welfare che continua a scommettere sulla formazione dei suoi dipendenti. Dai corsi di lingue a quelli per sommelier, passando attraverso percorsi di interazioni con il cavallo e attività sportive e non solo di team building, la perfetta armonia tra tempo libero, famiglia e lavoro ha consentito ad Amorim di ricevere la recente e prestigiosa certificazione Family Audit.

Il Gruppo Amorim è la prima azienda al mondo nella produzione di tappi in sughero, in grado di coprire da sola il 40% del mercato mondiale di questo comparto, e il 26% del mercato globale di chiusure per vino; conta 22 filiali distribuite nei principali paesi produttori di vino dei cinque continenti. Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano, filiale italiana del Gruppo Amorim, si è invece confermata nel 2018 azienda leader del mercato del Paese. Con i suoi 42 dipendenti e una forza commerciale composta da 35 agenti, nel 2018 ha registrato oltre 590.000.000 di tappi venduti per un fatturato, in crescita, di 62 milioni di euro (+8% rispetto al 2017). La sua leadership è dovuta ad una solida rete tecnico-commerciale distribuita su tutto il territorio della penisola, ad un efficace servizio di assistenza pre e post vendita ma anche all’avanguardia dei suoi sistemi produttivi e gestionali e soprattutto del suo reparto Ricerca&Sviluppo, al quale si associa una spiccata sensibilità per la tutela dell’ambiente e in particolare per la salvaguardia delle foreste da sughero. Lo sguardo al futuro vede una sempre più solida alleanza tra tecnologia e natura, con importanti risultati anche in termini di sostenibilità sociale: con il progetto Etico, Amorim Cork Italia ha infatti portato a compimento il primo circolo virtuoso di tutta la nazione, realizzando una granina per la bioedilizia generata dai tappi usati e raccolti dalle onlus che aderiscono all’iniziativa e ricevono dall’azienda un contributo per i propri progetti. Con l’iniziativa Eticork, invece, ha introdotto un riconoscimento per le aziende vitivinicole che assumono atteggiamenti virtuosi nella loro attività quotidiana. 

CARLOS VELOSO DOS SANTOS - LOW-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Fossalunga, imprenditore e padre di due figlie trovato morto

  • Acqua micellare: le verità nascoste

  • Cade dallo slittino, batte la testa e muore in ospedale a 19 anni

  • Uccisa a Capo Verde: sui social una raccolta fondi per aiutare i figli

  • Chiede al bar gratta e vinci per 400 euro: non vince nulla ed esce senza pagare

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento