Mercato immobiliare a Treviso: richieste in crescita in centro, calo in periferia

I dati di impREsa srl nel primo semestre 2019: ricevuto in media il 37% di richieste di acquisto in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente nei quartieri di San Paolo, San Liberale, Monigo e Santa Bona

Lucio D'Ambrosi, amministratore impREsa srl

Stando a quanto emerge dall’analisi condotta dall'agenzia immobiliare impREsa srl relativamente ai quartieri San Paolo, San Liberale, Monigo e Santa Bona, in queste aree la domanda di un tetto di proprietà nel primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente è precipitata in media del più del doppio (-37%) di quanto non siano riuscite a portare a segno le altre aree periferiche di Treviso (-18%). Un trend negativo che ha particolarmente investito San Paolo (-53%), mentre San Liberale e Monigo hanno ricevuto rispettivamente il 48% e il 45% di richieste in meno. Santa Bona invece, grazie al processo di riqualificazione di cui è stata protagonista negli ultimi anni, ha visto volatilizzarsi “solo” il 23% delle domande (meglio che in passato). In controtendenza, la zona di Ca’ del Galletto (-18%), complice la vicinanza del Fuori mura di viale Luzzati.

Si tratta di dati puramente indicativi, parziali, relativi a questa sola agenzia, ma che stridono se confrontati con i risultati raggiunti nello stesso periodo di riferimento dal Centro storico (+47%), dall’immediato Fuori mura (+28%), così come dalla zona dello stadio Omobono Tenni (+7%) o da quella di Santa Maria della Rovere (+6%). Un altro spunto di riflessione arriva dall’analisi degli immobili venduti a Treviso nel periodo gennaio 2018-agosto 2019.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ci piacerebbe – commenta Lucio D’Ambrosi, amministratore di impREsa srl – che il processo di riqualificazione partito per Santa Bona, che sta dando i suoi frutti, coinvolgesse anche altre aree di Treviso, zone con punti di forza e opportunità che, però, per essere sviluppati necessitano di maggiori energie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Malore fatale, il titolare della pizzeria "Da Max" muore a 52 anni

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Tragico schianto contro un'auto, muore motociclista 61enne

  • Il direttore generale della Uls 2: «E' una tragedia, così riparte l'infezione e non sarà mai finita»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento