Caro pedaggi, la CNA: «Decisione iniqua»

Il triangolo Venezia-Padova-Treviso, l’area più industrializzata e competitiva del Paese, è il più penalizzato d’Italia

Aumento dei pedaggi autostradali sulle tratte gestite da CAV (Concessioni Autostradali Venete), la CNA non ci sta. Il triangolo Venezia-Padova-Treviso, l’area più industrializzata e competitiva del Paese, è il più penalizzato d’Italia dai rincari approvati da questo Governo. Tassa inaccettabile che colpisce in modo iniquo molte ditte artigiane, soprattutto del trasporto e della logistica, ma non solo. 

«I rincari dei pedaggi sono pesanti e vanno a colpire in maniera iniqua il nostro territorio – afferma Giuliano Rosolen, direttore provinciale di CNA Treviso - Avevano detto che non ci sarebbero stati aumenti e gli unici a trovarceli, insieme a poche altre aree in Italia, siamo noi. Non si capisce per quale ragione tratte di autostrada che sono tra le più care d’Italia subiscano ancora aumenti mentre altre tratte no. Il Ministro dovrà spiegare le sue scelte che vanno ad aggravare di imprese trevigiane e venete e rischiano di inficiarne la competitività. Dovrà spiegare agli artigiani trevigiani e veneti quali criteri ha usato per licenziare trattamenti così discriminanti».

Potrebbe interessarti

  • Malattia incurabile: il sorriso di Antonella si spegne a 50 anni

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Malattia incurabile: morto il titolare della pizzeria "Da Gennaro"

I più letti della settimana

  • Spaventoso rogo in una autodemolizione, a Fiera torna l'incubo

  • Prostitute a casa dei clienti, 200 euro a prestazione: tra le squillo anche una minorenne

  • Carambola tra cinque auto e un camion sulla Feltrina, quattro feriti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • L'addio a "Pina", il marito: «Farò di tutto perché sia fatta giustizia»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento