Una “rete” per la crescita tra manager e aziende

Il progetto “Manager in rete”, realizzato da Federmanager Treviso e Belluno e Unis&f, creerà nuove opportunità di lavoro per dirigenti inoccupati nelle PMI del territorio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Nuove competenze manageriali a disposizione delle PMI del territorio. È questo l’obiettivo di “Manager in Rete”, progetto sostenuto da Assindustria Venetocentro in partenariato con Federmanager Treviso Belluno e finanziato da 4. Manager, associazione costituita da Confindustria e Federmanager per sostenere la crescita dei manager e delle imprese, con l’obiettivo di contribuire a generare uno sviluppo sostenibile e duraturo. “Manager in Rete”, infatti, ha l’obiettivo di favorire l’occupazione di manager altamente specializzati, attualmente disponibili sul mercato, per introdurre una visione manageriale anche nelle imprese di piccole e medie dimensioni. "Oggi le aziende sono alle prese con processi di trasformazione importanti – spiega Sabrina Carraro, presidente di Unis&f – ed avere a disposizione dei manager in grado di portare la propria esperienza è fondamentale per rinnovare i processi aziendali e può rappresentare una spinta sull'acceleratore della crescita e della competitività per l'economia locale. Unis&f e Federmanager Treviso Belluno avranno il compito di ascoltare e raccogliere i fabbisogni aziendali e di effettuare la selezione dei candidati da presentare alle piccole e medie imprese coinvolte nel progetto". “Il progetto – aggiunge Adriano De Sandre, presidente Federmanager Treviso e Belluno – nasce nell’ottica di rafforzare le politiche attive presenti nel territorio e conferma la volontà delle due Associazioni di coniugare interessi diversi, ma tra loro complementari. Il dialogo e la contaminazione tra le esperienze manageriali maturate spesso in grandi realtà industriali e il mondo imprenditoriale oggi più che mai impegnato a rivedere i processi aziendali, potrebbero rappresentare una spinta sull’acceleratore della crescita e della competitività per l’economia locale”. La prima fase del progetto sarà la valutazione dei manager candidati e delle aziende disponibili ad accoglierli, entro luglio, quindi a settembre è previsto l’inserimento come temporary manager nelle aziende del territorio.

Per le aziende che volessero approfondire l’opportunità e per ricevere ulteriori informazioni: Enrica Bianchin 0422 916479, ebianchin@unisef.it. Per i manager: Ida Gasparetto 0422 541378, segreteria@federmanagertv.it

Torna su
TrevisoToday è in caricamento