“10 Volte Sicurezza”: numeri in crescita

L’edizione 2019 degli incontri promossi da UNIS&F sulla prevenzione e la salute nei luoghi di lavoro si è chiusa con 1.115 presenze, il 10% in più dell’anno scorso

L'area Appiani

Diffondere la cultura della prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro. Si chiude con un bilancio in crescita l’edizione 2019 di “10 Volte Sicurezza”, il ciclo di incontri sul tema promosso da UNIS&F, società del mondo confindustriale di Treviso e Pordenone: la terza annata della rassegna, da poco conclusa, ha registrato 1.115 presenze complessive. «Un trend di incremento superiore al 10 per cento, rispetto al migliaio di iscritti del 2018 -sottolinea Sabrina Carraro, presidente di UNIS&F- alla totalità degli incontri hanno aderito più di trecento imprese ed enti».

L’80 per cento dei partecipanti è stato costituito da personale delle aziende, mentre la restante quota da liberi professionisti o da singoli interessati, essendo gli appuntamenti, come di consueto, aperti anche a categorie esterne alle realtà associate. “La maggioranza proveniva naturalmente dalle nostre aree di riferimento, Treviso, Pordenone e Padova, territorio nel quale, quest’anno, per la prima volta, abbiamo tenuto alcuni seminari grazie alla collaborazione con Forema. Ma ci sono state presenze anche dal Veneziano, dal Bellunese, dalla provincia di Udine”, ribadisce la presidente.

Dalla spettacolare visita all’aeroporto militare di Rivolto, base delle Frecce Tricolori e del 2° Stormo, per verificare l’importanza del lavoro di squadra in un’organizzazione ad alta complessità, alla “lezione” dell’ex procuratore della Repubblica di Venezia Carlo Nordio sui reati in materia di sicurezza del lavoro introdotti dalla recenti normative, all’applicazione ai lavoratori di metodologie per tenere sotto controllo lo stress fisico e mentale pensate per gli sportivi, i vari incontri (dieci, appunto, come da titolo dell’iniziativa) hanno approfondito varie tematiche della sicurezza con un approcio “esperienziale”, basato cioè sull’esperienza diretta, tipico di UNIS&F.

«Molti seminari valevano anche come aggiornamento professionale e formativo: in totale sono stati erogati 1.800 crediti formativi. In termini economici, questa cifra equivale a circa 45mila euro: soldi risparmiati dalle imprese, dal momento che tutti gli incontri di 10 Volte Sicurezza sono gratuiti»: spiega l’amministratore delegato della società, Giuseppe Antonello. Filo conduttore di tutto il programma: il fattore umano. “A riprova del fatto – conclude Sabrina Carraro -, che al di là di tutti i dispositivi e le procedure, pur importantissimi, il primo presidio di sicurezza nei luoghi di lavoro è il lavoratore stesso. E dunque ha un ruolo essenziale la sua formazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento