Valdobbiadene, il Comune per l'istruzione: stanziati 200 mila euro per la scuola

L’assessore Bertelle: “Impegno costante del nostro mandato per tutte le fasce d’età. Sono cifre importanti e lo scorso anno abbiamo dimezzato il costo del trasporto scolastico"

Il Comune di Valdobbiadene sostiene l’istruzione e le istituzioni scolastiche del territorio: a confermarlo è la deliberazione della giunta comunale sottoscritta lo scorso 26 marzo con votazione unanime. Sul piatto una somma complessiva di 43 mila e 727,20 euro che trova capienza negli stanziamenti del bilancio 2019, tradotta per l’anno scolastico 2018/2019 in numerosi contributi a sostegno delle attività didattiche, extra scolastiche e di servizi. Tra questi spiccano le risorse attribuite all’Istituto comprensivo di Valdobbiadene per un totale di 25 mila euro suddivisi nelle attività delle scuole primarie statali del capoluogo, di San Pietro di Barbozza e Bigolino, ma anche della scuola secondaria di primo grado “Efrem Reatto”.
 
Nella somma assegnata all’Istituto comprensivo anche il sostegno al progetto “Sportinsieme” e all’attivazione della linea del “Pedibus” tra località Ron e la scuola primaria "San Venanzio Fortunato”. E non è tutto: i fondi stanziati dall’amministrazione comunale riguarderanno anche attività e servizi della scuola primaria paritaria “Santa Maria Assunta”, oltre al sostegno attribuito all’Istituto superiore “Giuseppe Verdi” per l’organizzazione del locale concorso teatrale e l’acquisto di attrezzature multimediali o strumenti e materiali per i laboratori. Il sostegno all’istruzione del Comune di Valdobbiadene toccherà anche il Centro per l’istruzione degli adulti “Alberto Manzi” di Treviso, l’Associazione per l’invecchiamento attivo (Auser) e l’università del mente libera di Crocetta del Montello, e il Centro territoriale per l’inclusione di Castelfranco Veneto.
 
“Come nei precedenti quattro anni di mandato - spiega l’assessore all’istruzione del Comune di Valdobbiadene, Martina Bertelle - abbiamo sostenuto con forza le istituzioni scolastiche del territorio, puntando sull’istruzione di tutte le fasce d’età”. “Stanziamenti che si sommano - prosegue l’assessore Bertelle - a quanto deliberato nel 2018 con 127 mila e 640 euro per le sei scuole dell’infanzia paritarie del Comune e con 37 mila e 325,63 euro per l’asilo nido, per un contributo totale che supera i 200 mila euro”. “Cifre importanti - chiosa Martina Bertelle - a dimostrazione dell’attenzione della nostra amministrazione, che lo scorso anno ha voluto inoltre dimezzare il costo del servizio di trasporto scolastico per agevolare le famiglie del territorio”.

Potrebbe interessarti

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

  • Lutto tra le colline del prosecco, addio a Fabio Ceschin

  • Sorgenti del Piave, la commissione di esperti conferma: «Sono in Veneto»

  • Palazzetto da intitolare a Sara Anzanello: l'opposizione abbandona l'aula

I più letti della settimana

  • Preso a bastonate e soffocato con un cuscino: arrestate per omicidio

  • Si schianta contro un'auto con la Vespa, muore 45enne

  • Malore fatale nella notte, muore una 45enne

  • Malore fatale mentre fa jogging, stroncato da un infarto a 71 anni

  • Ferma la corriera e abbandona 55 bimbi in autogrill: «Vado a Jesolo»

  • Male incurabile, giovane mamma perde la vita a soli 44 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento